Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: passa da Torino il treno per lo scudetto

Milan: passa da Torino il treno per lo scudettoTUTTO mercato WEB
© foto di Roberto Gabriele
sabato 5 marzo 2011, 07:382011
di Redazione TMW.
fonte Telelombradia - qsvs.it

Archiviata la pratica Napoli, per la squadra di Allegri continua il tour de force che la porterà al derby decisivo del 3 aprile: nell'ordine Juventus a Torino, Bari in casa e la trasferta di Palermo, con in mezzo il difficile ritorno di Champions al White Hart Lane.
A Milanello l'atmosfera è delle migliori, e a parte nel ruolo del terzino sinistro regna l'abbondanza: preziosissimo là davanti il recupero di Boateng, mentre da 'caso' Pato si è trasformato nell'uomo in più di questo Milan, con Ibra desideroso di segnare alla sua ex squadra, come all'andata, ma con un risultato diverso.
A San Siro infatti il Milan gioco' meglio ma i tre punti andarono alla Juventus, più cinica anche senza il trascinatore di allora, quel Krasic che nel frattempo ha perso per strada i suoi super-poteri.

Ora quella bianconera è una squadra ferita e nessuno in casa Milan si aspetta regali o regalini: le motivazioni per Del Piero e compagni non possono mancare, ma a maggior ragione non mancheranno a chi insegue un obiettivo chiamato tricolore, raggiunto soltanto una volta negli ultimi undici anni. Nel 1999 l'istantanea scudetto finita nell'album dei ricordi di tutti i tifosi rossoneri fu la cavalcata mano nella mano a Torino verso la curva del Milan di Zvone Boban e George Weah, autore della doppietta decisiva: chissà che la scena non si possa rivedere domani sera, con due protagonisti diversi e magari a fine stagione lo stesso epilogo.
Ovviamente i tifosi juventini sono liberi di fare tutti gli scongiuri del caso!