Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Torino, Lerda cerca il tris: "Vincere per convincere"

Torino, Lerda cerca il tris: "Vincere per convincere" TUTTO mercato WEB
martedì 1 marzo 2011, 20:582011
di Marina Beccuti - Redazione Torino

Conferenza stampa del mister alla vigilia del match più importante della serie B di domani sera. La prima domanda è d'attualità, il ricorso del Crotone contro la sentenza che ha assegnato di fatto Gabionetta al Torino: "Non sono a conoscenza di questo fatto", commenta Lerda". "Per me Gabionetta è disponibile. Posso dire che partirà dalla panchina e potrebbe entrare a partita in corso. I convocati sono venti, per lunedì contiamo di recuperare uno tra Pratali e Garofalo".

L'Atalanta è un avversario di tutto rispetto e va affrontato con la massima concentrazione. Ma potrebbe esserci anche un altro fattore: la voglia di rivincita di Colantuono, un allenatore sanguigno che sa come caricare i suoi al massimo. "Al di là di quello che può pensare Colantuono, il loro organico è forte e di qualità", precisa Lerda. "E' una squadra pragmatica che concede pochissimo, questo è quello che temo di più, concede molto poco ed è cinica. Sarà una partita determinata probabilmente dagli episodi, anche perchè l'Atalanta è pericolosa sui calci di punizione". Il mister però non è stato da meno perchè ha tenuto i suoi in campo al termine della rifinitura proprio per tirare le punizioni.

Il tecnico granata continua nella sua disamina: "E' una partita importante perchè giochiamo contro la prima in classifica, arriviamo da un paio di risultati utili per cui vogliamo dare continuità. Conte ha detto che siamo lo spauracchio della B? Quello che dicono gli altri allenatori mi interessa poco, è vero, siamo migliorati da gennaio in poi, ma altri colleghi tendono a pararsi dalle loro pressioni passandole ai diretti concorrenti. E' un comportamento che non mi riguarda".

Una vittoria aprirebbe maggiori certezze per i playoff, ma Lerda preferisce guardare gara per gara: "Noi dobbiamo pensare solo alla partita del momento e a null'altro. La mia squadra arriva da due risultati utili dopo una serie negativa, questo ci ha dato morale e autostima. Stiamo bene a livello sia fisico che mentale, oltre ai tre punti, giocarla bene può essere importante per il morale. Mi aspetto la rivincita dopo la sconfitta dell'andata".

La squadra di Colantuono ha destato qualche polemica per presunti "aiuti" arbitrali, Lerda glissa sull'argomento anche se sottolinea: "Effettivamente nelle ultime tre partite ha avuto un pizzico di fortuna anche a livello arbitrale, c'è stata anche qualche polemica, ma fa parte del gioco, oltre alla loro bravura hanno trovato sulla loro strada anche questi piccoli vantaggi. Ripeto, disputare bene questa gara sarebbe una bella iniezione di fiducia per noi".

C'è Sgrigna un po' in ombra, basta sbloccarsi sotto rete per tornare quello di inizio stagione? "Non ha passato un momento favorevole perchè ha giocato più di tutti, per cui ha avuto un leggero calo fisico, chiaro che il gol sarebbe una medicina molto salutare per lui".

Lerda precisa sull'assetto tattico dell'Atalanta: "Giocherà in modo diverso rispetto all'andata. Ad esempio non ha più il centrocampo a rombo ma in linea". Infine una battuta sulle parole di Cola, che augura ad Atalanta e Torino di tornare in A, al di là del risultato di domani sera: "Non faccio gli scongiuri su quanto detto da Colantuono, anzi ci metto la firma".