Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Udinese furba, ecco perché Sanchez è rimasto. Ma a giugno sarà asta!

Udinese furba, ecco perché Sanchez è rimasto. Ma a giugno sarà asta!TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 8 febbraio 2011, 15:212011
di Raimondo De Magistris

Non bastano i continui dietrofront operati dalla dirigenza nerazzurra negli ultimi giorni per depistare chi il mercato lo segue sempre con occhio attento. Sanchez è stato il primo obiettivo dell'Inter nella sessione di mercato appena andata agli archivi. Settimane di estenuanti trattative portate avanti da Marco Branca, che non sono bastate a inclinare le certezze di un'Udinese pronta a dar via il calciatore solo dinanzi a un'offerta folle.
Trenta milioni, ma anche di più. La cifra richiesta dalla dirigenza bianconera per dar via il fuoriclasse cileno. L'Inter ha provato in tutti i modi ad abbassare il corrispettivo economico, magari inserendo nella trattativa contropartite tecniche. Alla fine però il tutto s'è concluso con un nulla di fatto, con Moratti e il suo entourage che hanno deciso di virare su quel Giampaolo Pazzini che al momento si sta rivelando decisivo come nessun altro acquisto di gennaio.
L'Udinese ha trattenuto il suo talento quindi, nonostante anche dall'Inghilterra sia arrivato qualcosa di più di qualche sondaggio.

La regolarità mostrata dal Niño Maravilla con l'inizio del nuovo anno in zona gol è un qualcosa di inaspettato e sbalorditivo se si confrontano gli attuali numeri con quelli di inizio stagione. Due le reti messe a segno dal cileno in campionato fino a dicembre, cinque nelle ultime sette giornate. Cifre eclatanti, che confermano l'esponenziale crescita dell'attaccante.
L'Udinese sogna in grande grazie al tandem offensivo Sanchez-Di Natale, rapida risalita in classifica per un sesto posto attuale che profuma d'Europa.
Crescita esponenziale e prospettive di classifica che possono far sognare ai tifosi bianconeri qualcosa di più di un campionato tranquillo a centro-classifica. Pozzo è un imprenditore lungimirante e ha capito che privarsi ora di Sanchez era un'operazione senza senso. Meglio dar via Sanchez a giugno, quando il valore del suo diamante più prezioso sarà ulteriormente aumentato e la squadra - nel frattempo - avrà magari raggiunto anche una qualificazione in Europa inaspettata dopo le prime giornate. Inter, Juventus, Manchester United e Chelsea sono avvisate...