Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Uno dei migliori dirigenti della storia recente: ecco chi è...

Uno dei migliori dirigenti della storia recente: ecco chi è...TUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
martedì 15 febbraio 2011, 12:312011
di Redazione TMW

Vox populi, vox dei. Se il parere dei tifosi è quello sovrano, allora nella storia recente del calcio c'è un direttore sportivo che di gran lunga ha lavorato meglio di altri. Secondo infatti un sondaggio realizzato da TMW nei pressi dello stadio Olimpico di Torino, sulla bontà del settore giovanile della Juventus, che ha sfornato in passato tantissimi talenti ora sparsi in Italia e che stanno impreziosendo il tasso tecnico delle rispettive rose di appartenenza, il nome di Franco Ceravolo è venuto fuori quasi sempre. L'operato di un dirigente non svanisce nel nulla, ci sono prove tangibili della sua mano che i tifosi non hanno dimenticato. Su un campione di 100 intervistati, almeno il 70% ha risposto Franco Ceravolo. Una garanzia quando si tratta di scoprire talenti in erba, una figura simbolo che nel recente passato è stata dominante nel calcio nostrano e non solo. Alla Juve infatti, Ceravolo ha ricoperto il ruolo di Responsabile coordinatore tecnico e capo osservatore del settore giovanile. Una posizione delicata se immaginiamo che le fondamenta di una squadra si basano proprio sulla Primavera e sui talenti capaci di aggregarsi con continuità in prima squadra. In 12 anni Franco Ceravolo ha vinto tutto alla Juventus. Tre Tornei di Viareggio, un campionato Primavera, tre Coppe Italia Primavera, un campionato Allievi, tre campionati Beretti e uno Giovanissimi.

Un palmares assolutamente invidiabile. A distanza di cinque anni dalla sua ultima esperienza alla Vecchia Signora, i tifosi gli sono ancora riconoscenti. La maggioranza degli intervistati ha infatti pronunciato il suo nome senza troppe difficoltà. Ma la particolarità della riposta deriva dal fatto che in molti hanno elencato anche i giocatori scoperti e portati alla ribalta dal Franco Ceravolo. Parliamo di De Ceglie, Molinaro, Zambrotta, Gattuso, Legrottaglie, Marchisio, Chiellini, Nocerino, Criscito, e molti altri anche dall'estero come Henry e Trezeguet. Giocatori che hanno fatto, e stanno continuando a svolgere, una carriera di altissimo spessore. Basti pensare a Chiellini e Marchisio, ora simboli della rinascita juventina.
Insomma un sondaggio nato per pura curiosità ma trasformatosi in un determinante elemento di giudizio per comprendere chi negli ultimi anni sia stato il vero trascinatore del settore giovanile della Juventus. Franco Ceravolo ha gettato le basi di una procedura che raccoglie ancora oggi i suoi preziosi frutti.