Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Albinoleffe, il ds Valoti: "Nessuna follia di mercato a gennaio"

Albinoleffe, il ds Valoti: "Nessuna follia di mercato a gennaio"TUTTO mercato WEB
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
domenica 30 dicembre 2012, 19:332012
di Claudio Colla

Intervistato da sportorobico.it, Aladino Valoti, direttore sportivo dell'Albinoleffe, ha così tracciato il bilancio dell'anno solare 2012, caratterizzato da grandi difficoltà per la compagine seriana: "Il bilancio del 2012 è condizionato da quanto accaduto nella prima parte dell'anno. Mi riferisco alla confusione sul calcioscommesse e alla retrocessione, che hanno provocato una ferita importante. Siamo stati bravi a ripartire, facendo qualcosa di positivo, e sono convinto che siamo sulla strada giusta. In tutti noi c'è la voglia di andare avanti su questo percorso, per dare un senso alle nostre scelte e costruire qualcosa di importante.

È presto per dire se ora si respiri un'aria nuova, e discorsi di questo tipo sono sempre legati ai risultati. Certamente noi abbiamo le idee chiare, e siamo convinti che lavorando in questo modo si possa costruire qualcosa che duri nel tempo. Il nostro impegno è confermato dagli investimenti fatti sul settore giovanile, e sul restyling del centro sportivo di Zanica, pur nei limiti delle risorse dettati dal cambio di categoria. I valori devono arrivare forti e chiari tanto ai ragazzi della prima squadra quanto a quelli che stanno dietro. Ora è anche facile parlarne, la cosa importante è non pensare di essere arrivati o di essere diventati bravi. Dobbiamo continuare a lavorare duramente.

Fare un singolo nome meritevole sarebbe troppo facile, e mancherei di rispetto a qualcuno. Mi piace pensare che la sorpresa sia quella di avere tanti giovani in prima squadra, giovani verso i quali abbiamo grande fiducia. Ci siamo trovati quasi costretti a puntare sui prodotti del vivaio, per garantire la sopravvivenza alla società. Fin dal primo giorno abbiamo avvertito tante pressioni addosso, ma questo gruppo sta regalando delle belle soddisfazioni.

L'esonero di Daniele Fortunato? Oggi è facile fare queste riflessioni, ma quando abbiamo deciso di sollevarlo dall'incarico lo abbiamo fatto convinti di riuscire a dare una svolta alla stagione. La verità è che dopo il suo allontanamento la squadra ha perso una logica, ma perchè sentiva l'influenza di un altro tipo di pressioni. Chiunque fosse arrivato dopo di lui avrebbe avuto delle difficoltà.

Il mercato? La prima cosa che vogliamo fare è trovare una sistemazione per quei ragazzi che in questa fase del campionato non hanno avuto modo di giocare. La nostra politica è sempre stata quella di non fare spese folli, e sarà sicuramente ancora così, anche perchè abbiamo un gruppo unito, solido e che sta facendo bene.

Per il 2013? Mi auguro che continuino ad arrivare risultati positivi come quelli raccolti da agosto a oggi, e che questi ci consentano di avvicinarci ulteriormente ai nostri tifosi storici, ma anche di portarne di nuovi. Poi spero che il gruppo prosegua su questa strada, lavori per migliorarsi con tanta voglia e motivazioni".