Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Antenucci-Meggiorini, alla Samp non basta J.Antonio: all'Olimpico è 2-1

Antenucci-Meggiorini, alla Samp non basta J.Antonio: all'Olimpico è 2-1TUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
lunedì 20 febbraio 2012, 22:422012
di Alessio Alaimo

Un guizzo di Antenucci, una magia di Juan Antonio e la risposta di Meggiorini. Il Torino, tra le mura dell'Olimpico, porta a casa tre punti importanti contro una Sampdoria poco entusiasmante, che stava per strappare un pareggio immeritato per quanto visto in campo. Vincono gli uomini di Ventura, che ritrovano la vetta solitaria e salgono a quota cinquantasei punti in classifica. A due lunghezze dalla rivelazione Sassuolo di Fulvio Pea.

Il primo sussulto della gara è affidato ai piedi di Nicola Pozzi, che al 4' ci prova da posizione defilata con un rasoterra. Ma Benussi c'è e blocca senza problemi. Sei minuti dopo la replica granata. L'autore Stevanovic, la conclusione un rasoterra pericoloso, che impensierisce Benussi, ma non sortisce gli effetti sperati. L'appuntamento con il gol, per i granata è solo rimandato. Basta aspettare il 20', quando Stevanovic crossa per Antenucci, che calcia ma trova la ribattuta di Bianchi. Sulla respinta c'è il tiro dell'ex Catania, sul quale Romero non può nulla. Gli uomini di Ventura sorridono, Antenucci di più perché con il gol messo a segno diventa l'attaccante più prolifico dei granata.

Al 32' i granata si riaffacciano in modo concreto nell'area avversaria, con Rolando Bianchi. Il capitano della banda Ventura riceve dalla destra, si alza in volo e colpisce di testa. La conclusione meriterebbe miglior fortuna, ma impatta sul montante tra la disperazione di tifosi e compagni. La Sampdoria prova a reagire, ma quando la difesa non è attenta, c'è Benussi pronto a sventare ogni pericolo nell'area del Torino.

Nella ripresa la Sampdoria prova a recuperare lo svantaggio, ma dopo la fase iniziale il Torino riprende in mano la partita, senza correre particolari rischi. Iachini decide così di affidarsi alla fantasia di Juan Antonio, arrivato a gennaio dal Brescia. A farne le spese, al 14', è uno spento Pasquale Foggia, che non riesce a graffiare per tutta la partita. Ventura risponde con l'uscita di un ottimo Stevanovic, per favorire l'ingresso di Surraco. Tatticamente cambia poco o nulla. Il risultato sì. Perché proprio il nuovo entrato in casa Samp, al 22' trova il guizzo vincente con una conclusione dal limite dell'area potente e precisa, che s'insacca alla destra di un incolpevole Benussi. Dopo poco Iachini si gioca un'altra carta: esce Costa, entra Laczko. Ventura intanto sostituisce Bianchi con Meggiorini e al 33' inserisce anche Sgrigna, al posto di Oduamadi. L'ingresso dell'ex Vicenza dona verve alla squadra granata, ma a concretizzare ci pensa l'altro nuovo entrato, Riccardo Meggiorini, che al 41' approfitta di una mischia in area e sigla il 2-1 che fa esplodere di gioia i ventimila dell'Olimpico. Scorre il tempo, decide l'ex Novara, che trova il suo primo gol con la maglia del Toro.

Troppo poco quanto fatto dalla Sampdoria e il Torino porta a casa una vittoria con il minimo sforzo. Il pari avrebbe fatto rammaricare l'ambiente granata. Alla fine il tabellone segna 2-1, il successo degli uomini di Ventura e la voglia di non fermarsi più. Perché questo sembra l'anno buono. Tutto l'ambiente granata rivuole la serie A e non ha intenzione di perdere le posizioni che glielo consentiranno a fine stagione.