Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Brasile, contro la Bosnia una delusione per gli scout italiani

Brasile, contro la Bosnia una delusione per gli scout italianiTUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
mercoledì 29 febbraio 2012, 10:002012
di Marco Conterio

No, il Brasile ieri non ha brillato. A San Gallo i Verdeoro hanno stentato ed i gioielli non hanno certo sorpreso le tante pretendenti. Hanno vinto grazie ad un autogol nel recupero, nel freddo svizzero. C'era Paratici, ds della Juventus, a guardare i suoi obiettivi: Dedè non è neanche sceso in campo. Fernandinho dello Shakthar non ha fatto male, mentre Leandro Damiao è apparso in ritardo di condizione ed avulso da un gioco che faticava a decollare.

Anche il Milan ha osservato con attenzione questi giocatori, più il solito Ganso. Trenta minuti di tocchi lenti e di qualche fiammata, ma nulla più. E zero spunti ha avuto anche l'Inter: Sandro, mediano del Tottenham, ha arginato a fatica il centrocampo della Bosnia. Delusi e rammaricati, gli osservatori sono rientrati dalla Svizzera con le pive nel sacco. A volte, i gioielli, brillano di più visti da lontano.