Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cagliari, Ballardini: "Senza Pinilla e Cossu scelte obbligate"

Cagliari, Ballardini: "Senza Pinilla e Cossu scelte obbligate"TUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
sabato 25 febbraio 2012, 15:542012
di Antonio Vitiello

Partita difficilissima, forse più dell'ultima trasferta in casa della solidissima Udinese o delle due 'ospitate' (trionfali) a Roma e Palermo. Così Davide Ballardini presenta la gara di domani contro il Lecce, associandosi al partito che in settimana ha voluto incensare i giovani terribili alle dipendenze di Cosmi. "Il coefficiente di difficoltà è altissimo - esordisce Ballardini - I salentini sono una delle squadre più in forma della Serie A. Ha due giovani di valore, come Cuadrado, che abbina qualità e quantità, e Muriel, il quale possiede anche una grande velocità. Senza contare veterani del calibro di Giacomazzi e Brivio, e un elemento di fantasia come Di Michele, sempre in grado di trovare la giocata vincente". I complimenti al collega-avversario di domani: "Se il Lecce è tornato prepotentemente in corsa per la salvezza lo si deve anche al lavoro di Cosmi. Io in ogni caso considero in gioco anche Cesena e Novara".

Prima lo stop di Cossu, poi la botta ricevuta da Pinilla in amichevole. Se la speranza di recuperare il fantasista si è affievolita dopo l'ennesima seduta in palestra (ieri), lo stop del cileno pareva solo precauzionale. Invece i due non saranno convocati. Ballardini non si cruccia: "I giocatori mi stanno aiutando, non sarò in difficoltà al momento delle scelte - riporta tuttocagliari.net - A parte le battute: mancheranno uomini importanti, ma quelli disponibili stanno bene. Sono convinto che faremo una grande gara. Serviranno corsa e attenzione perchè il Lecce corre molto e concede pochi spazi".

Mancherà Pinilla, il più in forma di tutti, ma si rivede Nenè. Difficile vedere il brasiliano in campo, ma la presenza in gruppo aiuterà a riprendere confidenza con l'atmosfera del ritiro e della preparazione alla gara. "Sarà con noi, ma utilizzarlo è un rischio. Bisogna avere riguardo nei suoi confronti, che rientra dopo un lungo e serio infortunio. Le soluzioni non sono tante, direi che le scelte sono quasi obbligate".