Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carlo Nesti: "Milan: imperdonabile, non Ibra, la corte!"

Carlo Nesti: "Milan: imperdonabile, non Ibra, la corte!"TUTTO mercato WEB
venerdì 24 febbraio 2012, 10:182012
di Chiara Biondini
fonte di Carlo Nesti per Carlonesti.it

Dopo la sentenza su Ibrahimovic, mi sono venuti in mente certi arbitri, che, prima commettono un errore, poi se ne rendono conto, e infine fanno scattare una "compensazione", sull'episodio successivo. La mia sensazione è che sia andata veramente così. Nella scorsa stagione, il pugno, ai danni di Marco Rossi, era "condotta violenta", e non meritava la riduzione delle giornate di squalifica da 3 a 1.

Questa volta, il "buffetto", ai danni di Aronica, era "condotta gravemente anti-sportiva", perché spiegatemi come un "buffetto" può arrecare un "danno fisico importante" (la definizione di "condotta violenta") a un avversario. Avendo commesso uno sbaglio, nella passata annata, non lo si è voluto ripetere oggi, con la conseguenza di dar luogo a 2 errori, invece che 1. Imperdonabile: no, non Ibra, ma la Corte di Giustizia!