Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Champions League, Lacazette lancia il Lione: 1-0 all'APOEL

Champions League, Lacazette lancia il Lione: 1-0 all'APOELTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 14 febbraio 2012, 22:402012
di Simone Lorini

Una rete del giovane prodotto delle giovanili lionesi Lacazette basta a decidere la sfida di stasera tra Lione e APOEL Nicosia, andata degli ottavi di finale di Champions League. Allo Stade de Gerland il Lione prova a giocare, mentre i ciprioti si limitano a difendere, il goal però arriva solo nel secondo tempo, dopo oltre un'ora di strenua difesa da parte degli ospiti.

Le squadre iniziano la partita su ritmi alti, con i francesi a mantenere sovente il pallone fra i piedi e cercare l'azione manovrata, e gli ospiti a provare la ripartenza veloce puntando sull'abilità di far salire la squadra di Ailton. La prima emozione la costruiscono i padroni di casa che chiedono un rigore per un contatto tra Ederson e Morais in area cipriota, ma per Tagliavento è tutto regolare. All'8' il Lione si guadagna una pericolosa punizione da posizione favorevolissima per atterramento di Ederson, ma Kallstrom batte male cogliendo la barriera. Al 14' buona azione personale di Lacazette, che si insinua in area e scarica per Ederson, il cui destro però è troppo prevedibile per impensierire Chiotis. Pochi minuti il brasiliano sfonda a sinistra ma il suo cross non trova puntuale alla deviazione Lopez, e l'APOEL riparte ancora. Al 25' tambureggiante azione dei francesi che ci provano prima con Lopez, poi con Lacazette ed infine con un sinistro da fuori di Bastos, ma la densità difensiva cipriota è davvero difficile da superare. Al 27' l'APOEL mette per la prima volta il naso nella metàcampo francese, ma l'azione offensiva è ben presto sventata ed i francesi tornano a martellare alla ricerca del goal. Vista la poca fortuna al centro dell'area, al 30' di gioco Lisandro Lopez arretra il proprio raggio d'azione e prova la conclusione dai 25 metri, trovando però Chiotis ancora attento. Al 39' si deve superare il portiere greco per evitare il primo goal in Champions League della stellina Lacazette che con un destro potente e preciso esalta il pubblico dello Stade de Gerland. Pochi minuti dopo prova ad emularlo Ederson, ma il tiro del brasiliano ha ben meno efficacia. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, sul mancato spettacolo pesa l'atteggiamento esclusivamente difensivo dei ciprioti.

La ripresa inizia con un occasionissima, ancora per gli ospiti: il Lione riparte bene e per una volta trova mal piazzata la difesa cipriota, Ederson scarta persino il portiere ma si vede respingere il tiro a porta vuota dal salvataggio sulla linea di porta di Paulo Jorge. Al 54' Lione nuovamente vicino al goal con una conclusione dal limite dell'area di Kallstrom, che si spegne di poco a lato. Al 58' l'equilibrio viene spezzato da una grande giocata del gioiello Lacazette: il numero 17 riceve da Cris, entra in area, rientra sul destro e con l'aiuto di una deviazione di Jorge batte Chiotis, facendo esplodere lo Stade de Gerland. Azzeccata la scelta di Garde di dare fiducia sin dal 1' a questo giovane fantasista. All'ora di gioco è proprio l'autore del goal a lasciare spazio a Briand, per il primo cambio effettuato da Garde. Lione che torna ad avvicinarsi al goal al 68' quando lo stesso Briand va sul fondo e crossa al centro, trovando però l'anticipo di Kaka ad evirare il raddoppio di Ederson, pronto ad insaccare sul secondo palo. Garde decide di giocarsi anche la carta Gourcuff, che subentra proprio al brasiliano. Al 75' il trequartista ex Bordeaux ha la prima occasione per incidere, ma impatta male di testa sul cross di Bastos ed il pallone finisce alto. Al 87' arriva, meglio tardi che mai, anche la prima palla-goal della partita per gli ospiti, che vanno al tiro pericolosamente con il nuovo entrato Manduca: deve superarsi Lloris per mettere in angolo ed evitare la incredibile beffa ai suoi. Il ritmo cala vistosamente nel finale, con il Lione stanco per i grandi sforzi a cui il catenaccio cipriota l'ha costretto per sbloccare la partita, e con l'APOEL che si accontenta della sconfitta di misura. Finisce 1-0, risultato che favorisce il Lione ma lascia aperte le speranze di qualificazione anche per i ciprioti. Appuntamento al Neo GSP di Nicosia il 7 marzo per il "secondo tempo" della sfida.

Lione-APOEL Nicosia 1-0
(58' Lacazette)