Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Thiago Silva

...con Thiago SilvaTUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
sabato 15 dicembre 2012, 00:002012
di Alessio Alaimo
"PSG, che progetto! Lucas ci aiuterà. Inter, Paulinho un grande. Mi manca l'Italia e un giorno tornerò. Scudetto, il Milan risale..."

L'Italia nel cuore, il Milan nel sangue. Thiago Silva e i rossoneri, un amore indelebile. Il difensore brasiliano adesso gioca nel PSG, la squadra che in estate ha portato via al Milan sia lui che Ibrahimovic. Ai soldi non si comanda, soprattutto se arrivano offerte irrinunciabili. Il cuore di Thiago è ancora rossonero, ma il presente si chiama Paris Saint-Germain. "Qui va tutto bene", dice a TuttoMercatoWeb il centrale brasiliano.

Però se n'è andato in un campionato meno ambizioso...
"No, non è vero. Il calcio francese cresce giorno dopo giorno. Vero, il campionato italiano ha più fascino. Ma anche qui le cose sono buone, proprio come in Italia".

Lei, Ibrahimovic, Lavezzi, Verratti, Menez. Dall'Italia se ne vanno tutti, per il PSG.
"Merito del grande progetto della società. Qui si vogliono fare le cose per bene, in maniera seria e professionale".

E a gennaio arriva Lucas...
"Ci darà una grossa mano. Aiuterà la squadra e sarà un'ottima occasione anche per lui, che potrà crescere in Europa".

L'Inter intanto pensa a Paulinho.
"È un grandissimo giocatore che farebbe bene ovunque, in qualsiasi campionato".

Thiago Silva e Alex in difesa, Sirigu in porta. Non siete messi affatto male, dietro.
"No, anzi. Penso che Sirigu sia un ottimo portiere, una sicurezza. La Nazionale Italiana deve lavorare su di lui".

E lei, nostalgia dell'Italia?
"Certo che sì! Io e la mia famiglia siamo innamorati dell'Italia".

La rivedremo nel nostro campionato?
"Non so quale sarà il mio futuro, ma perché no? In Italia sono stato bene, la mia famiglia pure. Chi lo sa cosa può succedere domani?".

Parole che fanno sognare la Milano rossonera. Ancora oggi è rimpianto e non potrebbe essere altrimenti.
"Io del Milan ho ricordi eccellenti, lo porterò sempre dentro di me. Spero che la squadra riesca ad ottenere grandi successi, per i miei ex compagni - molti dei quali sono amici - e per i tifosi. Forza Milan!".

Scudetto: dice Juve, Inter o Napoli?
"Perché non il Milan? Ancora può succedere di tutto. Chissà...".