Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Conte-Allegri, partita a scacchi: Milan-Juve è già iniziata

Conte-Allegri, partita a scacchi: Milan-Juve è già iniziataTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
venerdì 24 febbraio 2012, 15:202012
di Marco Conterio

Allegri e Conte giocano a scacchi. Sanno che Milan-Juventus non si gioca solo sul campo. E' una sfida di psicologia, dove contano anche le parole, dove anche la vigilia ha un suo peso. Per questo giocano le proprie carte. Allegri mette la mano sul tavolo, sperando che sia vincente, anche se senza alcuni assi. "Fuori Boateng e Maxi Lopez, ma Pato c'è e gioca". E' senza Ibra, chiaro. Ma dall'altra parte Conte non si sbilancia ed erge il muro del mistero. "Ho un'idea in testa".

Sua, chiaro, senza che soffino spiragli agli altri. Però la sensazione è chiara: difesa a tre, per fermare l'imprevedibilità del tandem carioca Pato-Robinho. Strategie di campo, mentre quelle delle conferenze stampa si giocano tra sorrisi e risposte ponderate. Nulla è lasciato al caso. "Il Milan è pericoloso anche senza Ibra" soffia Conte. "La rosa è piena di campioni" rimbomba Allegri. Politically correct, muovono il pedone, visto che il piedone dello svedese sarà relegato in tribuna. Scacchi e mosse decisive. Milan-Juventus, è già iniziata.