Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Di Marzio: "Tevez-Milan: matrimonio rimandato"

Di Marzio: "Tevez-Milan: matrimonio rimandato"TUTTO mercato WEB
© foto di Balti Touati/PhotoViews
giovedì 23 febbraio 2012, 12:002012
di Chiara Biondini
fonte di Gianluca Di Marzio per Virgilio Sport

Forse il suo comportamento non è stato da manuale del buon figliol prodigo, ma Carlitos Tevez intanto ha fatto la sua offerta di pace al Manchester City. Una lettera di scuse per il suo recente comportamento. Arrivata di notte, dopo un incontro durato tre ore tra il suo agente Kia Joorabchian e il club. Una lettera che chiude - a questo punto definitivamente - una telenovela durata cinque mesi e diciassette puntate. In cui abbiamo visto Tevez nuotare, sorridere, arrivare e partire. Ma non correre su un campo di calcio. Puntate di cui è sempre stato protagonista in negativo, tranne che nell'ultima. Ora che Mancini e il City hanno ottenuto quello che volevano (compresa la rinuncia al ricorso del giocatore per le multe inflittegli), l'unica cosa che resta da fare all'argentino è rimettersi in forma per tornare in campo. E magari a giugno sul mercato.

Questa pace insomma non spaventa il Milan, che continuerà sicuramente a corteggiarlo. Pensando però contemporaneamente anche a Van Persie, l'ultima tentazione rossonera. Per Carlitos, comunque, la promessa di amore reciproco scambiata a dicembre con Galliani è ancora valida. E il matrimonio - quasi celebrato a gennaio - appare davvero solo rimandato. Nel frattempo Tevez, tornando a giocare, eviterebbe un'intera stagione di inattività. E in estate inoltre potrebbe essere più facile trattare con un City non più in guerra con il giocatore. Il futuro insomma sembra delineato: Tevez fa il bravo, si allena, torna in campo e magari vince con il City. Per poi prendere un aereo, destinazione Milano. Finirà così?