Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Bacchin: "Vi racconto Leali, è il nuovo Buffon"

ESCLUSIVA TMW - Bacchin: "Vi racconto Leali, è il nuovo Buffon"TUTTO mercato WEB
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
mercoledì 8 febbraio 2012, 18:012012
di Alessio Alaimo

"Nicola è un ragazzo molto semplice, non è il classico portiere pazzo. Ha il viso da bravo ragazzo e va anche bene a scuola". Parla così a TuttoMercatoWeb il mentore di Nicola Leali, Mauro Bacchin, ex preparatore dei portieri del Brescia, adesso al Palermo con Bortolo Mutti.

E il paragone con Gianluigi Buffon non pare eresia. Almeno a sentire Bacchin. "Credo - dice - abbia tutte le potenzialità per diventare il nuovo Buffon. E' molto serio nel lavoro e si applica egregiamente. Quando finirà l'era Buffon - continua il preparatore dei portieri del Palermo - penso che Nicola possa rappresentare la naturale continuazione. La Juventus ha fatto la scelta giusta, Nicola in futuro potrebbe sostituire senza far rimpiangere un campione come Gigi".

Passiamo quindi a pregi e difetti del giovane portiere. "Ha grandissima personalità ed il carisma del grande giocatore - afferma Bacchin - davanti agli errori non si demoralizza mai. Per diventare un vero campione penso debba migliorare la tecnica podalica, nonostante abbia già dei piedi buoni. Differenze con Viviano? Entrambi ottimi portieri ma sono molto diversi, sia caratterialmente che tecnicamente". E checché se ne dica, il futuro è targato Italia. Da Sirigu, Viviano e Marchetti per l'immediato ai vari Donnarumma, Perin e - appunto - Leali. "Penso che la scuola italiana sia ancora all'avanguardia. Come qualità di preparazione - conclude Bacchin - non ha rivali al mondo".

© Riproduzione riservata