Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Lazio, Rambaudi: "Da Reja a Petkovic: Lulic no, Klose sì"

ESCLUSIVA TMW - Lazio, Rambaudi: "Da Reja a Petkovic: Lulic no, Klose sì"TUTTO mercato WEB
© foto di Marco Iorio/Image Sport
mercoledì 26 dicembre 2012, 20:322012
di Marco Conterio

Ad un passo da un sogno, la Lazio di Edy Reja è sempre stata sorpassata dall'Udinese. Adesso quella di Vladimir Petkovic ha la possibilità di conquistare la Champions League, battendo al primo tentativo quella del predecessore e per parlarne Tuttomercatoweb.com ha contattato l'ex biancoceleste Roberto Rambaudi. "C'è stato un cambiamento tattico importante ed ora la società sta cambiando mentalità. Petkovic ha una mentalità diversa da Reja, ma sta facendo comunque bene e dovrà raggiungere l'obiettivo di andare in Champions League".
Eppure non ha iniziato benissimo.
"Ha fatto un precampionato disastroso, ma da Bergamo ha messo i giocatori giusti al posto giusto, inserendo giocatori di grande gamba come Gonzalez. La squadra ha recepito questo in modo positivo, gioca bene, un buon calcio, tranne che con l'Inter".
Distonie tra Reja e Petkovic: Lulic ora è ai margini della rosa.


"E' strano: ha iniziato bene da esterno basso, credo ci sia una volontà del giocatore a non scendere lì in campo. E' un grande terzino con grande gamba, spinta, che potrebbe far bene ovunque. Credo sia fuori per forma ma anche perché Lulic non vuole giocare basso".
Similitudini: entrambe le squadre sono Klose-centriche.
"E' un calciatore che fa giocare bene i compagni quando c'è, che concretizza quello che si crea. La Lazio ha un solo difetto: se mancano alcuni uomini in questo modulo, va in difficoltà, ma Petkovic deve saper cambiare per sopperire a questo".
A bruciapelo: meglio l'ultima Lazio di Reja o quella di Petkovic?
"Credo che la Lazio di Reja abbia fatto bene ma non benissimo, fallendo la Champions, arrivando prima dell'Udinese alla curva e facendosi superare all'ultimo. I conti si fanno a fine anno: se Petkovic centrerà l'obiettivo, avrà fatto quel che doveva fare, altrimenti sarà sulla falsa riga degli anni passati ma con un quid in più: questa Lazio gioca meglio, con più propositività".

© Riproduzione riservata