Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mercato no stop - Dichiarazioni, trattative e retroscena del 7 febbraio

Mercato no stop - Dichiarazioni, trattative e retroscena del 7 febbraioTUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
mercoledì 8 febbraio 2012, 01:002012
di Antonio Gaito
Il punto su tutte le trattative della giornata di calciomercato appena andata agli archivi. Tra dichiarazioni, trattative e ufficialità, ecco le notizie più importanti. A cura di Alessio Alaimo e Antonio Gaito

INTER, RANIERI IN BILICO. IL FUTURO E' LUCIANO SPALLETTI - Il 4-0 di domenica scorsa subito contro la Roma non ha lasciato indifferente il presidente dell'Inter, Massimo Moratti. Per quest'anno probabilmente i nerazzurri andranno avanti con Claudio Ranieri. Ma il futuro potrebbe non essere rappresentato dal tecnico romano (e romanista). Intervenuto a SkySport24 ieri, infatti, il vicedirettore della Gazzetta, Umberto Zapelloni, ha chiarito la visione della Rosea sul futuro dell'Inter e, in particolare, su quello della panchina. Non ci sono dubbi: "Moratti si arrabbierà - ha detto il giornalista - ma quest'Inter non ha idee dalla notte di Madrid, ossia da quando Mourinho è salito sulla macchina di Perez. Adesso la squadra andrà rifondata e, come abbiamo anticipato noi della Gazzetta qualche settimana fa, il nome buono per ripartire è quello di Luciano Spalletti". E pare che proprio l'ex allenatore giallorosso non sia in piena sintonia con la sua attuale società per la permanenza in Russia. La situazione è da monitorare con attenzione.

LAZIO, RINNOVO PER BIAVA E NIENTE SVINCOLATI. ATALANTA, SCHELOTTO CHIAMA L'INTER, ZAMPARINI GLI ARABI. LECCE, CAMBIO DI PROPRIETA': PRONTI I TESORO, MA ANTONIO FRENA - Ormai la fiducia se la conquista anno dopo anno sul campo, fino a raggiungere il rinnovo contrattuale, che annualmente è consuetudine. Giuseppe Biava rinnoverà di un altro anno - con opzione per il successivo - il suo matrimonio con la Lazio. E intanto il ds Igli Tare, attraverso la radio ufficiale del club, si fa sentire, attacca la Roma ("loro hanno un progetto che non sta dando risultati e vengono esaltati", ndr) e dichiara che in biancoceleste non arriveranno svincolati. Il mercato laziale è chiuso.

Chi invece lancia segnali è Ezequiel Schelotto. Il destinatario è l'Inter. L'esterno dell'Atalanta interpellato a tal proposito non nasconde che passare dal nerazzurro bergamasco a quello milanese "sarebbe un sogno". Per coronarlo dovrà far bene ancora con la maglia dell'Atalanta, agli ordini di Colantuono.
Se Schelotto chiama l'Inter, Zamparini fa lo stesso con gli arabi. "Spero di coinvolgerli in qualcosa di importante", dice il numero uno del Palermo. Novità entro il 15 marzo. Attesi sviluppi a breve invece in casa Lecce. Giovanni Semeraro sta per abdicare, ha capito di aver fatto il suo tempo. E ci sono i potenziali acquirenti, pronti a farsi avanti. Si tratta della famiglia Tesoro. Savino e Antonio. Padre e figlio, imprenditori operanti nel settore siderurgico, appassionati di calcio. Non è dato sapere come finirà, anche perché Tesoro jr, proprio a TMW, fa sapere che non c'è niente di avanzato e che per adesso la trattativa è in fase interlocutoria.

Chiosa finale dedicata a Milos Krasic. L'esterno juventino continua ad essere corteggiato dallo Zenit, ma pare che la società bianconera non voglia venderlo. Per ora. Mentre il Genoa ha in pugno Von Bergen, difensore del Cesena, in scadenza di contratto.

BARCELLONA, ROSELL TRANQUILLO SU PEP - ARSENAL, OBIETTIVO HAZARD - BAYERN, PRESO SHAQIRI - Arriva la schiarita sul rinnovo contrattuale di Pep Guardiola. A metterci la faccia è Sandro Rosell, presidente del Barcellona: "Guardiola è il miglior allenatore di sempre - ha detto durante la cerimonia che ha premiato il Barça come miglior squadra del 2011 -. Il suo rinnovo arriverà, è tutto pronto. Firmerà quando lo riterrà opportuno. Se non rinnova è perché vuole tenere alte le motivazioni sia per lui che per i calciatori". C'è fermento sul mercato, invece, in Inghilterra. Il manager dell'Arsenal, Arsene Wenger, non ha problemi a fissare l'obiettivo numero uno per il mercato estivo in Eden Hazard, talento 21enne del Lille: "E' un giocatore che mi piace tanto: è creativo, sa dribblare, ha visione di gioco e sa fare assist, oltre che gol. Ha tutto per giocare in una big e l'Arsenal è una big". Il Manchester United è alle prese con il rinnovo contrattuale di Dimitar Berbatov. Il 30enne attaccante bulgaro, in scadenza a giugno, potrebbe rinnovare per un'altra stagione e le parti sono al momento in trattativa. Stessa situazione anche per il Chelsea e Didier Drogba ma con uno scenario completamente diverso: l'attaccante ivoriano, infatti, è in trattativa con lo Shanghai Shenhua come confermato dal dirigente Ma Yue: "Stiamo ancora trattando". In Germania colpo del Bayern Monaco. Il club bavarese ha acquistato per la prossima stagione il talentuoso Shaqiri del Basilea per 9 milioni di euro. L'esterno, che piaceva molto anche in Italia, firmerà un contratto fino al 2016. A fargli posto dovrebbe essere Ivica Olic che è richiesto dal Borussia Dortmund che vuole assicurarsi uno dei più attesi parametri zero dell'estate.