Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il punto sulla B - Sassuolo rullo compressore: è Campione d'inverno

Il punto sulla B - Sassuolo rullo compressore: è Campione d'invernoTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
lunedì 24 dicembre 2012, 10:152012
di Arturo Minervini

Alzi la mano chi - non barate - avrebbe pronosticato in estate un Sassuolo capace di ergersi a vero padrone del campionato cadetto. Davvero in pochi. E' l'esaltazione della forza delle idee - e del gioco - il cammino in questa prima parte di stagione della squadra di Eusebio Di Francesco, laureatasi Campione d'inverno con una giornata d'anticipo grazie alla solida prestazione (secco 2-0) nella gara interna con il Lanciano. Un primato più che meritato, grazie alle 15 vittorie conquistate (solo due le sconfitte) in 20 incontri sin qui disputati. Numeri impressionanti della capolista arrivata a quota 48 punti (sui 60 disponibili!), con all'attivo 39 reti realizzate (solo il Livorno ha fatto meglio con 40) ed una difesa solidissima, bucata in appena 12 occasioni (ovviamente miglior dato della categoria). Il +27 in differenza reti racconta alla perfezione di questa squadra, fortissima in contenimento ma altrettanto abile e letale negli ultimi 20 metri, dove può contare su tantissime soluzioni e su gente come Pavoletti, Berardi, Boakye, Missiroli. Una macchina davvero perfetta quella costruita dalla dirigenza in estate, che ora dovrà solo guardarsi dalle insidie del mercato di gennaio. In tanti hanno bussato alla porta del direttore sportivo Nereo Bonato per chiedere informazioni sui gioielli Di Francesco.

Se il Sassuolo non perde un colpo, lo stesso non può dirsi per il Livorno di Davide Nicola, che a Brescia rimedia un pari probabilmente bugiardo. Toscani sempre sotto da un punto di vista del gioco nel primo tempo, meglio nella ripresa. Curiosità: sbagliato un rigore per parte con Caracciolo e Dionisi. Mercoledì, però, gli amaranto avranno la grande occasione per rosicchiare punti alla capolista (ora distanziata di 5 punti): il Sassuolo, infatti, sarà ospite al Picchi per chiudere il girone d'andata. Lo spettacolo è davvero assicurato. Lo scontro diretto, ovviamente, fa sorridere il Verona, che dopo aver battuto la Juve Stabia - solo grazie ad un penalty di Cacia - può cercare di accorciare sul tandem di testa nella trasferta di Empoli. Restano, anche dopo la vittoria con le Vespe, perplessità sul gioco espresso dalla squadra di Mandorlini, in particolare in fase realizzativa.

L'esordio da sogno di Colomba ed il tris di Aglietti. Il ventesimo turno della cadetteria segna il ritorno in panchina - e che ritorno - di Franco Colomba. Ed è subito un trionfo. Letale il suo Padova sul campo dello Spezia, trascinato dai colpi di un ispirato Farias e dal ritorno al gol di Cutolo. L'esperienza di un mister come Colomba può davvero portare lontano i veneti. Sorride, finalmente, anche il Novara di Alfredo Aglietti. Per il mister dei piemontesi arriva la terza vittoria consecutiva nel match interno con la Pro Vercelli, dopo il blitz di Bari ed il ko rifilato al Padova. Il peggio sembra davvero passato per il Novara.

Questa la classifica dopo 20 giornate: Sassuolo 48; Livorno 43; Verona 39; Modena, Padova, Empoli, Cittadella e Varese** 29; Brescia 28; Juve Stabia 26; Spezia 25; Ascoli 24; Crotone 22; Ternana 21; Bari 20; Novara, Vicenza e Reggina 19; Cesena 18; Lanciano 16; Pro Vercelli 15; Grosseto** 11.

**= Varese-Grosseto sospesa per nebbia all'81 sul risultato di 3-0

Terminate tutte le gare. Ecco i risultati del pomeriggio:
Cesena-Bari 1-1 (Defrel, Bellomo)

Brescia-Livorno 0-0

Cittadella-Empoli 0-0

Crotone-Varese 1-0 (Gabionetta)

Grosseto-Reggina 0-1 (Comi)

Hellas Verona-Juve Stabia 1-0 (Rig. Cacia)

Sassuolo-Lanciano 2-0 (Missiroli, Pavoletti)

Spezia-Padova 2-3 (Farias, Okaka, Cutolo, Farias, Goian)

Ternana-Ascoli 1-2 (Nolè, Zaza, Aut. Brosco)

Vicenza-Modena 3-3 (Castiglia, Lazarevic, Rig. Pinardi, Rig. Greco, Giacomelli, Gozzi)

Novara-Pro Vercelli 2-0 (Perticone, Rig. Gonzalez)