Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, Buffon: "Caro Ibra, quest'anno Pirlo è più decisivo di te"

Juventus, Buffon: "Caro Ibra, quest'anno Pirlo è più decisivo di te"TUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Fornasari
venerdì 24 febbraio 2012, 13:002012
di Luca Bargellini

Ai microfoni de La Stampa, il portiere della Juventus, Gianluigi Buffon ha parlato della sfida scudetto con il Milan in programma sabato: "Sorpreso dall'assenza di Ibrahimovic? No, perché penso ci siano delle regole per determinate situazioni di gioco. Ma non dico neppure: "Oh, che bello". E neanche ci avevo perso il sonno. Meglio o peggio? Ve lo dico a fine partita. Nelle ultime, senza Ibra, mi sembra che abbiano vinto. In questi casi, dice sempre bene Guardiola: "Non è che giochiamo in dieci, ce ne sarà un altro: se non come lui, è comunque un giocatore di prima fascia". L'avventura di Pirlo in bianconero dopo sei mesi? Facciamo dopo 17 anni, perché da tanto lo conosco.

Di lui penso lo stesso di certi giocatori, tra i quali con un po' di presunzione metto anche me stesso: non sono gli altri a decidere quando smetteranno di giocare, ma saranno sempre loro. Perché anche in età avanzata, con quelle qualità, basta avere un po' di stimoli, una normale condizione fisica, che puoi fare la differenza. Magari non per 38 partite, se sei un centrocampista, ma per 15-16, sì. E sono tante. Più decisivo lui o Ibra? Quest'anno, Pirlo. Ibra ha certamente mantenuto la sua incisività, aiutando il Milan a restare sui livelli dell'anno passato. Pirlo ha equilibrato il dislivello che c'era tra noi e loro".