Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Klose spinge la Lazio. Fiorentina troppo brutta per essere vera

Klose spinge la Lazio. Fiorentina troppo brutta per essere veraTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
domenica 26 febbraio 2012, 22:422012
di Simone Lorini

Dalla settimana più difficile dell'anno la Lazio riesce a tirar fuori una vittoria, in una partita che di certo non resterà negli annali della Serie A per bellezza ed occasioni create. Uno spettacolo davvero modesto quello offerto oggi da Lazio e Fiorentina, con i viola che entrano ufficialmente in crisi vista la terza sconfitta consecutiva, che li fa crollare nelle posizioni basse della classifica, a ridosso della zona salvezza. Continua il sogno Champions dei biancocelesti, che forse da domani avranno un nuovo allenatore ma che sicuramente non potranno dimenticare quanto fatto da Reja, anche oggi vincente con più di 10 assenti di rilievo.

Sin dai primi minuti di gioco è evidente la tensione che attanaglia le due squadre, sebbene per motivi diversi. Le imprecisioni tuttavia non impediscono di far trasparire il copione tattico della partita: la Lazio, gonfia di centrocampisti, a giocare palla a terra e cercare l'azione manovrata, la Fiorentina a provare la rapida verticalizzazione a sfruttare le caratteristiche di Romulo, Ljajic e Jovetic. La prime due conclusioni della gara finiscono bel lontane dei pali, senza dunque impensierire Boruc e Marchetti, e sono ad opera di Romulo e Mauri. Al 17' di gioco episodio da moviola in area viola: grande suggerimento filtrante di Mauri per Klose che va a terra su contrasto con Nastasic. A nulla valgono le proteste del tedesco, per Brighi è tutto regolare. Al 26' prova la soluzione personale Ljajic, con un velleitario destro dai 30 metri che non trova impreparato Marchetti. Alla mezzora altra tegola sulla già decimata Lazio, con Reja che è costretto a cambiare Lulic per un problema muscolare: entra Candreva. Alla prima vera conclusione della partita arriva il goal ed a timbrare è il solito Klose: Hernanes si inventa un passaggio filtrante stroardinario a scavalcare la difesa e servire il centravanti tedesco che mette a sedere Boruc ed appoggia nella porta sguarnita. Fiorentina che subisce il colpo e rischia il tracollo tre minuti dopo, quando Klose sfugge sulla destra, mette in mezzo dove Mauri non riesce nella deviazione, che arriva invece ad opera dell'accorrente Garrido che con una conclusione sporca coglie la traversa a Boruc battuto.

Rossi cambia subito nel tentativo di dare una sterzata decisa alla partita della sua Fiorentina, davvero impalpabile nei primi 45'. Dentro Salifu e Cerci, fuori Romulo e Ljajic. Animi caldi nei primi minuti di gioco che fruttano subito due cartellini gialli, uno per Biava ed uno per Cerci. Proprio l'ex romanista va in goal al 53', ma il suo tap-in da pochi passi viene annullato per fuorigioco. Dubbi sulla chiamata di Brighi vista la dinamica dell'azione: su calcio d'angolo battuto da Montolivo infatti Marchetti deve superarsi su colpo di testa di Nastasic, ma arrendersi al tocco sotto porta di Cerci, in fuorigioco. I dubbi nascono rivedendo l'azione al replay, sembra infatti che sia Biava a colpire di testa, rendendo dunque valida la posizione del biondo esterno viola. Fiorentina che sembra comunque totalmente trasformata rispetto a quanto mostrato nel primo tempo e che si fa vedere sempre con maggiore insistenza dalle parti di Marchetti. I tiri tardavo però ad arrivare, anzi sono i padroni di casa a guadagnare spazi e terreno, ricacciando indietro l'offensiva toscana. Al 78' Reja l'ultimo cambio, inserendo Kozak per uno stremato Klose. Rossi risponde inserendo Vargas per Behrami. Negli ultimi minuti di partita la Fiorentina non riesce a costruire nulla, è anzi la Lazio ad andare vicina al raddoppio nell'ultima azione della partita, ma Kozak è murato in corner dopo un bell'assist volante di Candreva.

Lazio-Fiorentina 1-0
(36' Klose)