Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Galliani: "Ricarichiamo le pile, andiamo a Udine a giocarcela"

Milan, Galliani: "Ricarichiamo le pile, andiamo a Udine a giocarcela"TUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
giovedì 9 febbraio 2012, 10:052012
di Chiara Biondini
fonte AcMilan.com

Queste le dichiarazioni dell'amministratore delegato Adriano Galliani rilasciate al termine di Milan-Juventus:

"Il nostro organico non è inferiore a quello della Juve, ma noi abbiamo fuori 13 giocatori, solo a centrocampo avevamo fuori 8 giocatori e quindi diventa tutto difficile, anche se abbiamo fatto una buona gara, ma quando hai così tanti infortunati diventa difficile. Loro hanno tutti questi attaccanti a disposizione, noi li abbiamo in infermeria, con tutto il rispetto per chi ha giocato che sta facendo il massimo. Ora non fasciamoci la testa, abbiamo fatto il massimo, avremmo potuto pareggiare, abbiamo preso gol particolarissimi, ma adesso non pensiamo alla Coppa Italia e pensiamo al campionato. Abbiamo vissuto già in questa stagione questa situazione nello stesso segmento del girone, ma ora non fasciamoci la testa, ricarichiamo le pile, andiamo a Udine a giocarcela, poi per la Champions dovremmo recuperare qualcuno".

"El Shaarawy è un buonissimo giocatore, ci sono pochi '92 come lui. E' stato fatto un investimento su di lui e sta facendo bene. El Shaarawy è certamente un giocatore importante per questa squadra e speriamo di recuperare anche Pato in tempi brevissimi. Gattuso sta decisamente meglio, ma anche per lui c'è bisogno di un po' di tempo, come per Flamini. Recupereremo i giocatori, ora dobbiamo avere calma e pazienza e non farci prendere da scoramento. In questo momento in Italia abbiamo il maggior numero di infortunati, pochi sono muscolari ed ogni infortunio ha una motivazione ed una storia diversa. Siamo forti, siamo una grande società ed un grande team, quindi calma, recupereremo gli infortunati e ricominceremo il filottino di successi".

"Quando recupereremo quattro o cinque giocatori ricominceremo a fare un filotto di vittorie, anche perché dopo la Juventus avremo già incontrato quasi tutte le squadre di vertice, quindi ricominceremo a scalare la nostra classifica. Al ritorno giocheremo con una squadra con i ricambi, perché chi gioca adesso fa bene, ma giocando sempre ogni tre giorni rimane senza fiato."