Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Troppo Catania, niente Genoa: è poker dei rossoazzurri

Troppo Catania, niente Genoa: è poker dei rossoazzurriTUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Fornasari
domenica 12 febbraio 2012, 17:152012
di Alberto Forestieri

Niente da fare, il Genoa fuori casa non esiste, soprattutto in fase difensiva. Peggior difesa del campionato, assieme al Novara, con 42 gol subiti. E quanti ne avrebbe incassati il Grifone senza Frey, autore di ben 85 parate in campionato finora? Dormirà poco stanotte Marino, dopo il poker incassato a Catania dalla sua squadra, con gli etnei che hanno voluto fortemente la vittoria sin dal primo secondo di gioco, sfoderando una prestazione grintosa ma allo stesso tempo di gran qualità.

Parte fortissimo il Catania, che mette sotto pressione il Genoa già dai primissimi minuti. Ci provano prima Bergessio e Barrientos, ma è bravo Frey. Poco dopo, però, Birsa stende in area Gomez. Giacomelli indica il dischetto, dal quale Lodi non fallisce, spiazzando l'ex portiere della Fiorentina e portando in vantaggio gli etnei. Il Genoa fatica vistosamente a proporsi in avanti, mentre i padroni di casa concludono ben cinque volte verso la porta avversaria nei primi dieci minuti. Il Grifone vive il suo momento migliore nella parte centrale della prima frazione, ma nè Palacio, nè Birsa riescono ad impensierire l'attento Kosicky. Il primo tempo si chiude con un clamoroso errore sottoporta di Barrientos, che conclude a lato un'invitante cross di Gomez.

Nella ripresa ci si attende un riscatto da parte degli ospiti, invece arriva puntuale il crollo. Il Genoa si scioglie come neve al sole ed il Catania non può far altro che approfittarne. Nel giro di dieci minuti gli etnei trafiggono Frey per ben tre volte: Barrientos si fa perdonare l'errore del primo tempo realizzando una doppietta, mentre il poker arriva dai piedi di Bergessio. La partita, virtualmente, finisce qui. Dopo una girandola di sostituzioni, il ritmo del match cala vistosamente e Frey fa in tempo a salvare i suoi dal quinto gol, con una grande parata su colpo di testa di Bergessio, che approfitta dell'ennesima dormita difensiva dei liguri. Marino, in panchina, assiste incredulo alla prova negativa da parte dei suoi, con i minuti che mestamente scorrono verso il 90esimo.

Grazie a questi tre punti il Catania si porta a quota 27 punti, mentre il Genoa resta fermo a 30. Due le partite da recuperare per i siciliani, una per i liguri.