Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Alla metà del mercato di gennaio: ancora tutto in piedi. I giovani d'oro, i no e le attese. I colpi di Palermo e Pescara. Il Genoa e la Juve. E Guardiola al Bayern: ora è ufficiale

Alla metà del mercato di gennaio: ancora tutto in piedi. I giovani d'oro, i no e le attese. I colpi di Palermo e Pescara. Il Genoa e la Juve. E Guardiola al Bayern: ora è ufficialeTUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
giovedì 17 gennaio 2013, 00:002013
di Luca Marchetti
Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come caposervizio e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.

E' stata un'altra giornata frenetica. Più che di colpi di incontri. A cosa poi porteranno lo scopriremo, magari insieme. Magari a gennaio, magari a giugno. E' stata anche (e ancora) una giornata di attese, fra Milano e Instanbul. Al Milan continua il via-vai. Bronzetti (ma toglietevi dalla testa Kakà: impossibile), il Bari (ma anche se Bellomo piace, nessuna offerta per lui). E' mancato il Parma per chiudere Saponara: lo si farà formalmente venerdì, giorno di Lega e di presidenti. E magari si farà una chiacchierata su Belfodil. Che in questo campionato sta facendo gol a raffica e che il Parma vuole tenersi stretto. Ma una chiacchierata esplorativa è necessaria per il nuovo progetto Milan. Intanto Galliani ha fatto il punto della situazione: non parte nessuno, non arriva nessuno. E' un po' lo stesso refrain delle altre squadre, soprattutto di chi ha trattative in piedi per cessioni. Non è facile ora, fare mercato. Bisogna pensare al futuro nel miglior modo possibile.

Ecco perché (per fortuna) sono tornati di moda i giovani italiani. I talentini che stanno entusiasmando in B. Bellomo corteggiato da Roma e Inter, Saponara preso dal Milan, Berardi su cui ha messo le mani la Juve. Una bella novità: grandi opportunità da cogliere prima che i prezzi schizzino alle stelle. Con la consapevolezza di avere la pazienza per aspettare maturità e continuità.

Pazienza invece è la parola d'ordine in casa Juve: il mercato delle punte si fa ogni giorno più in salita. Ora anche Immobile si fa più difficile del previsto. Il no di Preziosi è sembrato più deciso del previsto. Anche se dovessero arrivare le contropartite giuste (posto che la Juve volesse privarsi di Padoin e Marrone). Gli uomini mercato Juve rimangono alla finestra: in attesa di opportunità da cogliere nonostante un budget ridotto ai minimi termini. Prestito o low cost. Da qui difficilmente ci si può muovere. Mal comune mezzo gaudio.

Situazione identica in casa Inter. Con la variabile Snejider. E' chiaro che se parte lui, parte anche il mercato. Ma l'olandese prende ancora tempo. Blocca i nerazzurri, blocca il Galatasaray. Perché? Due ipotesi verosimili: un braccio di ferro con l'Inter per una buonauscita, la speranza che nel frattempo arrivi la premier. Ora resta da capire quanto resisteranno i turchi con l'offerta sul tavolino. Nel frattempo Ausilio e Branca continuano a lavorare su Schelotto, Carrizo e Bellomo.

Oggi sarà una giornata molto importante in casa Napoli. Verrà discusso il ricorso sui due punti di penalizzazione e sulle squalifiche di Cannavaro e Grava. Solo dopo (eventualmente) il Napoli chiuderà per il difensore: Neto, Silvestre, Astori (molto difficile) e il nome che torna di moda Rolando del Porto.

A Palermo grandi manovre: in giornata previsto un blitz per Sorrentino da parte di Lo Monaco. Il ragazzo in questi giorni per forzare la mano ha deciso di non allenarsi. Peraltro proprio nelle ore in cui al Chievo ci sarà un vertice fra presidente, ds e allenatore, proprio per discutere anche del portiere (Bizzarri e Rosati in alternativa). Poi toccherà a Milan Baros. Anche qui previsto un viaggio. Per sbloccare la situazione. Per portare finalmente a Palermo l'attaccante che serve a Gasperini.

Grandi movimenti (ancora) anche al Genoa: praticamente chiuso Olivera dalla Fiorentina, chiusa Nadarevic dal Varese. E si tratta per Ziegler come terzino sinistro, ma non sarà facile. E intanto blocca Sampirisi: non solo fino a lunedì, ma forse fino al 31 gennaio. E' per questo che l'Atalanta ha allertato il Lanciano per Almici.

Colpo anche del Pescara: finalmente arriva il sì per D'Agostino dopo giorni di trattative certosine fra Acri, Siena e il procuratore del ragazzo. Decisivo lo sforzo del presidente Sebastiani. Che ora insieme a Delli Carri dovrà decidere se provare a stringere lo stesso per Farnerud, centrocampista svedese, capitano dello Young Boys, che ha segnato sia contro l'Udinese che contro il Liverpool in Europa League. Un'operazione da circa 2 milioni di euro (se il Pescara dovesse salvarsi, a questo è legato l'obbligo di riscatto). Il ragazzo vuole l'Italia, lo Young Boys tiene duro. A Torino è arrivato Barreto, per il centrocampo piace Mariga.

Intanto a Firenze ha firmato Larrondo e arriva Vecino (ma senza passaporto), il Chievo ha chiesto Mbaye all'Inter (si è fatto male Dramé), a centrocampo piacciono Brighi e Seymour. A Bologna piacciono Thomas del Flamengo e soprattutto Diego Rolan (attaccante di 19 anni del Defensor Sporting), entrambi al Sub20. Sempre viva la pista Moscardelli ma bisogna pensare anche alle uscite. Alla Samp vorrebbero portare a Genova Gavazzi (ora al Vicenza) e pensano a riportare alla base anche Zaza (altro baby d'oro della B) che l'Ascoli vorrebbe trattenere però...

In chiusura la notizia più importante della giornata. Guardiola è ufficialmente il nuovo allenatore del Bayern Monaco, da luglio. Una conferma arrivata 48 ore dopo le indiscrezioni, 24 dopo le smentite.