Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Atalanta, Colantuono: "Moralez sta facendo meglio del primo anno qui"

Atalanta, Colantuono: "Moralez sta facendo meglio del primo anno qui"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 29 ottobre 2013, 23:182013
di Raimondo De Magistris

Stefano Colantuono, tecnico dell'Atalanta, ai microfoni di Mediaset Premium ha commentato il pareggio contro l'Inter: "La partita la stavamo preparando con due sistemi di gioco, al di là della defezione di Brienza. Con l'assenza di quest'ultimo non ho avuto più dubbi. Abbiamo disputato un'ottima gara, soprattutto nel primo tempo. Nel finale siamo un po' calati, ma non ci dimentichiamo che di fronte c'era una grande squadra come l'Inter. E' un buon risultato e sono molto contento".

A Bergamo l'Inter non passa.
"Le partite importanti le devi sempre giocare, possiamo dire che anche stasera gli abbiamo dato del filo da torcere".

Questa squadra dopo le tre sconfitte ha ritrovato il suo spirito.
"Sono d'accordo, ma è anche vero che alcuni giocatori chiave non erano in condizione ottimale. Questa Atalanta, però, gioca anche bene. E' una squadra che esprime un buon calcio con quello che ha a disposizione".

Che tipo di campionato deve fare l'Atalanta?
"Potremmo vedere altre cose solo dopo aver raggiunto i 40 punti. La salvezza resta il nostro obiettivo primario".

Cosa è cambiato quest'anno a Moralez?
"E' un giocatore che ha avuto un percorso inverso rispetto agli stranieri che arrivano. Nel primo anno molto bene, poi due anni altalenanti e ora molto bene, probabilmente anche meglio del primo. E' un giocatore fondamentale per noi".