Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Azeglio Vicini: "Questa Roma piace a tutti. Sta andando oltre ogni aspettativa"

Azeglio Vicini: "Questa Roma piace a tutti. Sta andando oltre ogni aspettativa"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 21 ottobre 2013, 11:152013
di Chiara Biondini

"Piace proprio a tutti questa Roma e piace anche a me. Sta ottenendo dei risultati straordinario, andando al di sopra di ogni aspettativa. Gioca un buon calcio, però è ancora presto per parlare di scudetto. E' giusto che si goda una partenza così forte e che continui a lavorare in questo modo": l'ha detto l'ex commissario tecnico azzurro Azeglio Vicini, ospite questa mattina di Massimo Boccucci a "Pezzi da 90" sull'emittente umbra Radio Onda Libera.

Cosa la colpisce di più dei giallorossi?
"E' una squadra forte nel suo complesso trascinata da simboli come sono Totti e De Rossi. Vedo una continuità nelle prestazioni e un'importante solidità difensiva".

La Juve ha davvero preso un cazzotto come ha detto Conte?
"Sì, l'ha preso e forte. E' successo altre volte che a una grande capiti una cosa del genere. Ci sono una serie di cause e situazioni abbastanza rare. Saprà reagire, già a Madrid in Champions".

Chi rischia di più in Europa tra Juve, Napoli e Milan?
"Se uno guarda il contraccolpo psicologico, è portato a dire la Juve. Le coppe però sono un'altra storia e non c'entra l'umore del campionato. Sicuramente tutte e tre hanno degli impegni tosti".

Cori razzisti negli stadi: per Vicini la risposta giusta è chiudere le curve?
"Qualcosa bisogna fare perché è imbarazzante. Peccato perchè le nostre tifoserie sono famose in tutto il mondo per quanto sanno trascinare e appassionarsi. Fare certi cori è brutto e anti-sportivo. Credo che si debba ragionare con le società per capire come uscirne".