Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carlo Nesti: "Juve: un calcio a qualsiasi dubbio"

Carlo Nesti: "Juve: un calcio a qualsiasi dubbio"TUTTO mercato WEB
lunedì 28 ottobre 2013, 09:502013
di Chiara Biondini
fonte Carlo Nesti

E' una Juve che risponde "sì", a chi aveva ritenuto i primi 65' di Firenze, e i primi 45' di Madrid sufficienti, per assicurare che non esisteva una crisi di gioco. E' una Juve, viceversa, che risponde "no", a chi temeva un calo psicologico o atletico, in coincidenza con le 2 sconfitte consecutive. Finché la squadra di Conte ne ha avuto bisogno, si sono visti un furore e una intensità pari a quelli dello scudetto 2012. Mi auguro che in pochi abbiano il coraggio di mettere in discussione la legittimità della vittoria, a causa del rigore da non concedere.

La Juve, infatti, è stata straripante, a immagine e somiglianza di Chiellini, Pogba, Vidal, Tevez (5 gol), ma anche di Asamoah, Pirlo e Llorente. Una traversa, 3 giocatori soli davanti a super-Perin, e un Genoa compresso nella sua area. L'effetto-Juventus Stadium è irresistibile, e questa è stata la prima di 6 partite su 8 a Torino: sotto a chi tocca.