Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Chiellini da arancio, Real con il limitatore

Chiellini da arancio, Real con il limitatoreTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 24 ottobre 2013, 07:152013
di Andrea Losapio

Non è sembrato un gran Real Madrid, come il Barcellona non ha dato l'impressione di essere una corazzata. Nella due giorni europea le italiane escono ridimensionate, con un bilancio complessivo di una vittoria - del Napoli contro l'Olympique Marsiglia - un pareggio e una sconfitta. Probabilmente alla vigilia in molti avrebbero scommesso - profeticamente e ottimisticamente parlando - su un bilancio comunque pari rispetto ai match giocati, ma alla fine solo la Juventus ha steccato, gracchiando sul rosso elargito a Chiellini per un fallo decisamente veniale.
In Italia, probabilmente, si sarebbe lasciato correre. Va detto che però, in Europa, questo tipo di interventi spesso portano alla sanzione più severa. Basta ricordare Pazzini anni fa contro l'Irlanda, o un Burdisso non certo tenero - ma nemmeno criminale - contro il Liverpool in Champions League. Dunque non è certo stata una furbata per Chiellini, reo di avere allargato un po' troppo il braccio, ma la riprova non c'è.

Forse sfruttando di più le occasioni concesse (bello il gol di Llorente, potrebbe essere uno scacciacrisi) la Juventus avrebbe portato a casa almeno il pareggio, mentre sembrano davvero fuori luogo le solite interviste che raccontano di una realtà falsata per un rosso a Chiellini. Per carità, un pareggio al Bernabeu avrebbe fatto più che contenti i tifosi juventini - un po' meno gli avversari - e per quanto visto era probabilmente meritato.
Invece ora il Real è già virtualmente promosso, seppur con un limitatore che ha fatto andare le merengues a metà del loro serbatoio, per non scoprire le proprie carte. Invece la Juve si lecca le ferite, guardando alla partita contro il Copenaghen come il vero incidente di percorso che potrebbe costare più che caro. Più di un'espulsione di Chiellini, che forse rosso non era ma, al 90%, arancio fuoco. E più della doppietta di Cristiano Ronaldo, infinito goleador che, nella notte del Bernabeu, ha chiuso con altri gol all'attivo.

© foto di Daniele Buffa/Image Sport