Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Degennaro

...con DegennaroTUTTO mercato WEB
© foto di TuttoMercatoWeb.com
venerdì 18 gennaio 2013, 00:002013
di Alessio Alaimo
"Petkovic, quale sorpresa? In ritiro in Calabria, per Gattuso è una festa: bello se allenasse il Milan. Eravamo vicini a Del Piero, ci piace Dybala"

"Siamo a Corigliano Calabro, ci sembrava la cosa più logica disputare delle partite contro squadre vicine al posto". Marco Degennaro, direttore sportivo del Sion, motiva così a TuttoMercatoWeb le amichevoli che la squadra svizzera in terra calabrese.

Nel territorio di Gattuso...
"La sua innata disponibilità fa si che queste partite si trasformino in feste. È tutto molto piacevole".

Mercato: movimenti Italia-Svizzera?
"Il nostro italiano doc ce lo abbiamo, siamo soddisfatti. Forse ci sarà qualcosa Svizzera-Italia, ma non toccherà direttamente il Sion".

Se ne parla timidamente: Gattuso allenatore del Milan in futuro?
"Intanto Rino chiuderà la stagione con noi. In futuro però l'allenatore può farlo tranquillamente: ha tutte le qualità, la conoscenza e l'esperienza per diventare un ottimo mister".

Magari al Milan...
"Per lui sarebbe il coronamento di un sogno. Un bel punto d'arrivo".

Da un aspirante allenatore ad una sorpresa in panchina: Vladimir Petkovic della Lazio, che intanto piace in Germania.
"Ci sentiamo spesso, anche perché abbiamo un rapporto che si è creato quando lui era al Bellinzona. Ero convinto delle sue qualità, lo conosco, quindi non avevo alcun dubbio. Conoscendo come lavora e l'approccio che ha con la squadra ero convinto che avesse fatto bene. Poi Lotito è bravo, non se lo farà scappare".

Zambrotta e Mutu: erano obiettivi del Sion?
"Per quanto riguarda Zambrotta, da noi c'è una lista di contingenze che ci permette di tesserare solo due giocatori: abbiano necessità specifiche per quanto riguarda un difensore centrale e un esterno alto. Non possiamo avere un terzo giocatore. A Mutu invece non ci abbiamo mai pensato"

Alessandro Del Piero era un vostro obiettivo concreto: al Sydney le cose non vanno benissimo, avrà qualche rimpianto?
"Da quello che ho potuto leggere e sentire sta molto bene. Penso che stia vivendo bene la realtà, non credo abbia rimpianti relativi al Sion. Se la sera dopo l'incontro mi avessero chiesto novità avrei detto che Del Piero era vicinissimo. Poi è andata in un altro modo, ma massimo rispetto per un grande campione".

Da un campione ad un potenziale: Paulo Dybala del Palermo. Ad inizio 2012 avete provato a prenderlo...
"È un buon giocatore. In questo momento può avere qualche difficoltà a mettersi in mostra, ma è un grande talento. Non è rilevante dire se ci abbiamo provato..."

E se ora fosse in uscita a titolo temporaneo?
"Per me quella del Palermo è stata una bella operazione, è un giocatore che farebbe comodo a tante squadre. Anche al Sion, da mettere nella lista dei buoni calciatori".