Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Mondonico

...con Mondonico TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
domenica 27 gennaio 2013, 00:002013
di Alessio Alaimo
"Toro, stasera fai l'impresa... punto su Bianchi. Inter-Ujkani, ci sta: idea nata l'anno scorso. Milan, ok Zaccardo ma non basta"

Operazione riscatto. L'Inter prova a risalire la classifica, stasera a San Siro arriva il Torino. "E i granata possono vincere la partita e fare l'impresa", dice Emiliano Mondonico a TuttoMercatoWeb.

Ne è davvero convinto?
"Sì, il Toro può giocarsela: per la sua storia e per la sua tradizione non deve accontentarsi di lottare per la salvezza, deve puntare alla parte sinistra della classifica".

Un giocatore: su chi punta per stasera?
"Ci pensa Bianchi, il suo ritorno sarà importante. L'Inter eccelle dalla parte di Ranocchia, un po' meno da quella di Chivu. Ci può stare la sorpresa..."

Mercato: cosa serve ai granata?
"Senza tanti titolari è andato a vincere a Pescara, ha una rosa di qualità con ottimi giocatori. Questo induce a pensare che le cose siano state fatte nella maniera giusta. Il Torino va bene così, deve puntare a posti di classifica più rilevanti e pensare da grande squadra".

Secondo portiere: l'Inter pensa a Ujkani...
"Dà le giuste garanzie, magari non è eccellente nelle uscite ma nella posizione di porta sa fare il suo. Vi racconto un retroscena...".

Prego.
"Nella vittoria del Novara a San Siro dell'anno scorso c'era tanto di Ujkani. Ecco, forse lì l'Inter ha individuato per la prima volta Samir".

Il Milan intanto dà via gli esuberi Mesbah e Acerbi: arriva Zaccardo. Pronto?
"Zaccardo è un giocatore importante, ma non basta. Il Milan deve cambiare tanti giocatori per essere competitivo, Zaccardo è troppo poco per risalire, anche se può sicuramente dare qualcosa che mancava".