Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Rios

...con RiosTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 24 ottobre 2013, 00:002013
di Alessio Alaimo
"Felice a Chicago. Palermo, torna in A: l'anno scorso tanti cambi... e Lo Monaco. Bravo Hernandez e il futuro è Lores. Ramirez, uno da Inter..."

Da Palermo a Chicago. Arevalo Rios ha un solo obiettivo: giocare, per continuare ad essere protagonista con la Nazionale. Leader della Seleccion, Rios ha scoperto l'America da giocatore, la competitività del campionato non sarà il massimo ma... El Cacha si racconta a TuttoMercatoWeb. Chicago e non solo, il centrocampista - sempre leader dell'Uruguay di Tabarez - dispensa anche consigli per gli acquisti.

Rios, soddisfatto della nuova avventura?
"Sono contento, veniamo da un buon risultato contro il Toronto. Una vittoria importante per tutti. Per la squadra, per il gruppo. E ora sotto con il New York, ce la giochiamo. Sicuramente l'ultima vittoria è stata importante".

In Italia lei ha faticato molto. Perché?
"Sono cambiati tanti allenatori, anche il direttore sportivo e quello nuovo (Lo Monaco, ndr) mi ha trattato male. A Palermo ci sono stati tanti problemi, è stato un anno particolare. Non ho avuto la possibilità di dimostrare il mio valore".

Perché ha scelto l'America?
"Qui si sta bene. L'importante è giocare e trovarsi bene. E qui posso trovare spazio".

Il suo cartellino è ancora del Palermo e a dicembre scadrà il prestito al Chicago. Quale futuro?
"Non ci ho ancora pensato, vedremo. Ma spero che il Palermo vada sempre al massimo".

La sua ex squadra risalirà?
Me lo auguro. Ho visto la partita contro il Siena, sono felice per Abel che ha disputato un ottimo match. Mi dispiace che non abbia trovato spazio Lores, l'importante è allenarsi e dimostrare che si può dare il massimo: stiamo parlando di un ottimo giocatore, arriverà il suo momento e nei prossimi anni sentiremo parlare molto di lui".

In Inghilterra invece, Ramirez fatica. Meglio tornare in Italia?
"La serie A italiana è un bel campionato. Gaston a Bologna ha fatto benissimo, tornerà ai suoi livelli.".

Insomma, uno da Inter?
"Sì, è veloce, tecnico, conosce già il campionato italiano. Gaston è bravo, sa farsi valere".

Rios o Gargano?
"Abbiamo la stessa carica di gioco, tanta voglia di partecipare alle partite".

Hernandez o Cavani?
"Cavani. Per l'Uruguay è un giocatore importantissimo, fondamentale. A Napoli è stato importantissimo, fa gol, corre, lotta. Per noi è il giocatore più importante".

Lo Monaco o Perinetti?
"Perinetti tutta la vita. Nessun dubbio".

Palermo o Chicago?
"Per ora Chicago, le cose stanno andando bene, sono contento. Poi, per il futuro, chissà. Non solo cosa mi riserva il destino, intanto penso a fare bene qui e con la Nazionale. E in Italia tifo Palermo, affinché torni in serie A...".