Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Da Belotti a Garritano: è la B dei predestinati...

Da Belotti a Garritano: è la B dei predestinati...TUTTO mercato WEB
© foto di Marco Rossi/Tuttocesena.it
sabato 26 ottobre 2013, 09:282013
di Alessio Alaimo

Giovani con un sogno nel cassetto: diventare certezze del futuro. A far crescere i giocatori del domani ci pensa la serie B, il campionato dove grazie al Padova qualche anno fa s'è consacrato Stephan El Shaarawy. Classe '92, il Faraone è uno dei giovani italiani più in vista. Il Milan lo aspetta e sa che tornerà presto il suo momento al fianco di Mario Balotelli. Lo stesso Milan che dalla serie B ha pescato un altro jolly e attende solo di mostrarlo a tutti. Riccardo Saponara, che all'Empoli ha segnato un gol dopo l'altro fino a conquistare la chiamata rossonera. Una B che è vetrina importante per i giovani e quest'anno, come sempre, di ragazzi destinati a far parlare di loro, ce ne sono eccome. Balza subito all'occhio il nome di Nadir Minotti della rivelazione Lanciano. Il centrocampista classe '92 di casa Atalanta è al suo secondo anno in terra abruzzese e quest'anno le premesse sono più che positive. Può essere l'anno della conferma prima del grande salto in serie A. Sorride anche il Cesena, dove il classe '94 in comproprietà con l'Inter Luca Garritano sforna gol e assist in continuazione. Aspettando che ritrovi forma e spazio il terzino destro '93 Alberto Almici, che in estate era finito nel mirino del Napoli, pronto ad acquistare la metà del cartellino dall'Atalanta.
Dopo un inizio non esaltante ha ritrovato il sorriso il Palermo, nel segno del '93 Belotti e del '94 Verre, due intuizioni del mercato estivo firmate Giorgio Perinetti. In attesa dell'exploit definitivo di Paulo Dybala ('93) a cui manca il gol da troppo tempo, il Palermo si coccola i suoi giovani. E nella rosa del Palermo, di giovani di belle speranze ce ne sono altri, come il '94 Giulio Sanseverino e il '91 Ignacio Lores, che scalpita in attesa di ritrovare spazio. Continua invece a trovare spazio, a Siena, malgrado un rinnovo del contratto in scadenza nel 2014 che tarda ad arrivare, l'attaccante classe '91 Niccolò Giannetti. Alcune società di serie A hanno da tempo messo gli occhi su di lui e se non dovesse arrivare il rinnovo prossimamente, il rischio di perdere un giovane interessante a parametro zero, diventerebbe sempre più concreto. Giannetti però non è l'unico gioiello di casa Siena. In estate direttamente dal Manchester City è arrivato Luca Scapuzzi, '91 l'anno scorso a Varese dove non ha trovato spazio e quando è stato impiegato da Beretta si è sempre ben comportato.
Aspetta che esplodano i suoi giovani anche il Novara, che non vive un momento felice ma c'è sempre tempo per riprendersi. Zoran Josipovic attaccante del '95 arrivato in prestito dalla Juventus, è la scommessa del ds Luca Cattani. Il Novara ripone fiducia anche nel centrocampista '93 Paolo Faragò, che già l'anno scorso a fasi alterne ha assaggiato la serie B e quest'anno ha intenzione di consacrarsi, proprio come sta facendo El Khouma Babacar a Modena. I paragoni tra l'attaccante '93 di proprietà della Fiorentina e Mario Balotelli cominciano ad essere troppi. L'altra volta ad accostare Babacar all'attaccante del Milan ci ha pensato Antonio Caliendo, a lui si sono accodati il resto dello staff e della dirigenza del Modena. Un paragone pesante, Babacar ha una bella responsabilità sulle spalle, che aumenta con le parole di Walter Novellino ("Il mio Babacar è più forte di Balotelli", ndr).

Cresce a Crotone Lorenzo Crisetig, centrocampista '93 in prestito dal Parma al suo secondo anno in Calabria. Mentre allo Spezia la certezza si chiama Nicola Leali, portiere nato nel 1993 di proprietà della Juve, cresciuto al Brescia. In tante occasioni è risultato determinante, per lui è un anno importante perché nella prossima stagione potrebbe arrivare una chiamata dalla serie A prima di raccogliere, tra un po' di tempo, l'eredità di Buffon. E siccome di portieri a Brescia se ne intendono, attenzione ad Alessio Cragno, diciannove anni e un futuro ancora tutto da scrivere, un po' come quello di Davide Zappacosta, difensore classe '92 dell'Avellino a metà con l'Atalanta, che ha già attirato l'attenzione di alcuni club esteri. Serie B, il campionato dei campioni del domani...