Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Muslimovic: "Bosnia non fermarti. Sarà il Mondiale di Pjanic"

ESCLUSIVA TMW - Muslimovic: "Bosnia non fermarti. Sarà il Mondiale di Pjanic"
mercoledì 16 ottobre 2013, 15:432013
di Luca Bargellini

"Siamo stati ad un passo dalla qualificazione al Mondiale, ma non ci eravamo mai riusciti. Quella di ieri è stato un momento storico che aspettavamo da tanto", è questo il pensiero di Zlatan Muslimovic, ex attaccante della Bosnia oggi in Cina al Guizhou Renhe, espresso in esclusiva ai microfoni di Tuttomercatoweb.com. "La squadra di ct Safet Susic è composta da grandi giocatori che sono protagonisti in club di primo piano. La qualificazione al Mondiale è la riprova che il calcio bosniaco, così come in passato quello jugoslavo, è riuscito ad emergere, ad arrivare alla luce. Adesso bisogna continuare su questa strada, con un gruppo eccezionale di ragazzi e dei tifosi che in ogni trasferta hanno seguito la Nazionale in massa".

Come ha detto lei i giocatori di livello sono molti, ma qual è il vero leader di questa Nazionale?
"E' difficile fare un nome. Conosco tutti i ragazzi che compongono la rosa della Nazionale, mi considero un loro fratello maggiore. Se però ne devo scegliere uno dico Edin Dzeko, un vero campione. Non si possono dimenticare, però, anche gli altri, dal portiere Begovic fino a Ibisevic, il nuovo Inzaghi".

E poi c'è anche Pjanic della Roma...
"Lui è un giovane ma già con grande esperienza alle spalle. Ha forza mentale e convinzione. Può essere il suo Mondiale".

A proposito di Brasile2014 quale può essere l'obiettivo della Bosnia?
"Sicuramente la squadra non deve accontentarsi della qualificazione perché se vai al Mondiale e poi perdi le partite 5-0 tanto vale rimanere a casa. Di sicuro la Bosnia sarà un brutto cliente per chiunque. Dovranno fare il massimo soprattutto per il popolo bosniaco".

© Riproduzione riservata