Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Catanzaro serve un poker alla Nocerina

Il Catanzaro serve un poker alla NocerinaTUTTO mercato WEB
© foto di Salvatore Monteverde/TuttoLegaPro.com
domenica 13 ottobre 2013, 18:392013
di Luca Esposito
Nocerina 0 Catanzaro 4

Nel silenzio del San Francesco la Nocerina perde la sua seconda gara casalinga, mostrando in maniera evidente i propri limiti tecnici. Il Catanzaro, arrivato a Nocera con l'obiettivo di conquistare i tre punti, amministra e colpisce con troppa facilità a ogni ripartenza in contropiede.

Gaetano Fontana presenta lo stesso undici di Benevento, l'unica novità è Gragnaniello che torna a difendere la porta rossonera dopo l'infortunio. Conferme anche per il Catanzaro, pungente davanti con il tridente formato da Tortolano, Russotto e Fioretti: al 1' è proprio quest'ultimo a pescare Marchi solo in mezzo all'area, il tiro del numero 7 giallorosso termina però a lato. Al 5' si fa vedere anche la Nocerina con una conclusione poco precisa di Cremaschi. Un minuto più tardi il Catanzaro va in vantaggio: da un lancio lungo dalle retrovie nasce la rete di Tortolano, che approfitta della disattenzione della retroguardia rossonera per battere con un diagonale chirurgico Gragnaniello. La Nocerina è scossa, per qualche minuto non riesce a costruire gioco, e al quarto d'ora di gara Malcore prova a svegliare i suoi con un tiro che per poco non sorprende Bindi. Al 24' ci prova Lepore da calcio piazzato: la battuta del dieci rossonero viene respinta in angolo dell'estremo ospite. La partita non regala grosse emozioni fino al 36', quando Russotto, da posizione defilata, calcia a rete non trovando la specchio della porta. Tre minuti dopo, la mira non tradisce i giallorossi: Tortolano buca centralmente la difesa rossonera, serve Fioretti che deve solo metterla dentro per il raddoppio. Appaiono ancora evidenti i limiti della retroguardia dei padroni di casa, questa volta infilata anche per un'incertezza di Gragnaniello.

A inizio ripresa nelle file rossonere Danti rileva Malcore, forse il migliore della Nocerina nella prima frazione. Al 55' Gragnaniello evita lo 0-3 parando da pochi passi un tiro a botta sicura di Fioretti. Al 60' Fontana si gioca il terzo cambio inserendo Evacuo per un assente Jogan, la Nocerina passa in questo modo al 3-4-3, con Lepore che va occupare la posizione di esterno destro. I nuovi entrati faticano però a incidere, il Catanzaro gestisce la gara e sorprende la Nocerina, come da copione, in contropiede: al 70' Russotto, superato in velocità Cremaschi, scarica dietro per Uliano che non sbaglia. Durante il primo dei cinque minuti di recupero arriva anche il quarto sigillo dei calabresi grazie a Fioretti. La Nocerina, incassata anche la quarta rete, si spegne definitivamente arrendendosi al Catanzaro.

Tabellino della gara

NOCERINA (4-3-3): Gragnaniello 5,5; Cremaschi 4, De Franco 5, Romito 6, Vitale sv. (17' Crialese 5); Sabbione 4,5, Palma 6, Remedi 6; Lepore 5,5, Jogan 4 (60' Evacuo sv.), Malcore 5,5 (46' Danti 5,5). A disposizione: Esposito, Kamana, Cristofari e Jara Martinez. Allenatore: Gaetano Fontana 5,5

CATANZARO (4-4-2): Bindi 6; Catacchini 6, Rigione 6, Ferraro 6, Calvarese 6.5; Benedetti 6.5, Uliano 6.5, Marchi 6.5 (86' Casini s.v.); Fioretti 7.5 (76' Fiore s.v.), Tortolano 8 ( 73' Martignago s.v.), Russotto 7. A disp.: Scuffia, Orchi. All. Brevi 7.5

ARBITRO: Morreale di Roma 1.

RETI: 6' Tortolano (Cz), 39' Fioretti (Cz), 70' Uliano (Cz), 91' Fioretti (Cz).

NOTE: partita a porte chiuse per decisione del giudice sportivo. Ammoniti: Vitale (N), De Franco (N), Rigione (Cz). Recupero: 1'pt, 5'st.

Le Pagelle dei rossoneri

GRAGNANIELLO voto 5.5: al ritorno dall'infortunio il portiere rossonero viene travolto dall'irruenza degli avanti giallorossi. Risulta indeciso nell'occasione del raddoppio, però, sul 3-0 si riscatta con una bella parata. TRAVOLTO

CREMASCHI voto 4 la brutta copia del bel terzino ammirato nelle prime uscite stagionali. SCADUTO

VITALE voto s.v. (17' p.t. CRIALESE voto 5: subentra nel primo tempo all'infortunato Vitale ma non riesce a dare l'apporto sperato. SFORTUNATO)

REMEDI voto 6: è il guerriero della squadra, corre per tre per l'intera gara e, quando non ci arrivano le gambe, lui ci mette il cuore. CONDOTTIERO

ROMITO voto 6: nonostante il pesante passivo subito dalla sua squadra il centrale rossonero risulta, sopratutto nel primo tempo, uno dei migliori dei suoi. POSITIVO

DE FRANCO voto 5: prestazione da dimenticare per il capitano, ha più di una responsabilità nell'occasione del vantaggio avversario e sbaglia spesso appoggio in fase di impostazione. IN RITARDO

PALMA voto 6: il gioco della Nocerina parte senza dubbio dai suoi piedi, lui prova a farlo fin quando l'ossigeno che ha in corpo glielo permette. FOSFORO

SABBIONE voto 4,5: un passo indietro per il mediano classe '91 apparso in questa gara impreciso e confusionario. DISTRATTO

JOGAN voto 4: completamente assente, perde tutti i duelli e non prova mai la conclusione in porta. ABULICO

(60' EVACUO S.V.)

LEPORE voto 5,5: è sicuramente nella fase calante della sua stagione, appare spompato fisicamente ed impreciso nel servizio per il compagno. Nonostante questo lui ci mette il cuore. LEGATO

MALCORE voto 5.5: è l'unico del reparto offensivo a provare qualche sortita pericolosa. Purtroppo però, viene sostituito ingiustamente al termine della prima frazione di gioco. MERITEVOLE

(1' st. DANTI voto 5.5: entra nella seconda frazione di gioco ma non trova mai la giocata giusta. INVISIBILE)

ALL. FONTANA voto 5,5: ancora una sconfitta, forse la più pesante della stagione, per la sua squadra. Prende gol dopo appena 7' minuti e sostituisce, tra primo e secondo tempo, il migliore dell'attacco rossonero. DA CAPIRE