Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, Frustalupi: "Non ci poniamo obiettivi, Mazzarri arrabbiato dopo Roma"

Inter, Frustalupi: "Non ci poniamo obiettivi, Mazzarri arrabbiato dopo Roma"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
giovedì 17 ottobre 2013, 20:082013
di Marco Frattino

Attraverso i microfoni di Sky Sport, il viceallenatore dell'Inter Nicolò Frustalupi ha parlato della prima parte di stagione legata alla guida tecnica di Walter Mazzarri: "Quando ho cominciato con lui ero molto giovane, a Pistoia, anche se secondo me non è nemmeno vero riguardo allo scarso utilizzo di giocatori giovani. Da quest'anno all'Inter, ma anche nel passato da Mesto a Chiellini, ce ne sono tantissimi con cui ha lavorato. Che cosa serve a giovane per acquistare la fiducia dell'allenatore? Le prestazioni in campo, non si sta a guardare l'età ma le prestazioni. Dove può dare una mano Kovacic per fare il salto di qualità? Ha avuto la sfortuna di fermarsi durante il ritiro in cui Mister Mazzarri getta le basi tattiche, va aspettato. Non direi che è più indietro, è una questione tattica".

Il rendimento della squadra? "Penso che le prestazioni siano state sempre buone - si legge sul sito ufficiale dell'Inter -. Non ci poniamo obiettivi, giochiamo partita dopo partita. I tifosi possono essere soddisfatti di questo inizio di campionato. I ragazzi sono attenti alle direttive del Mister. Sono passate poche partite e non si può fare un bilancio definitivo. La sorpresa è che sono stati veloci i giocatori nel capire il calcio di Mazzarri".

Mazzarri? "E' un perfezionista che cerca sempre di migliorare. Non è mai contento perchè crede, a ragione, che si possa sempre migliorare. E' molto autocritico. Aneddoti? Ora non me ne vengono in mente, ma l'insegnamento è questo: si può sempre fare meglio. La sua coerenza e la sua chiarezza rende unito il gruppo. Con la Roma nonostante la prestazione sia stata buona abbiamo preso tre gol che potevamo prendere, ma noi avevamo preparato l'opposto ovviamente. Mazzarri era molto arrabbiato. Alla fine del campionato se abbiamo fatto bene è soddisfatto, ma durante è difficile che lo sia. Urlo più io in panchina? Io faccio solo il mio lavoro".

La sfida col Torino? "E' una squadra che in classifica non ha tutti i punti che merita. Ventura ha sempre fatto giocare bene le sue squadre. Ci aspetta una partita difficile perchè loro giocano bene".

I miglioramenti di Ricardo Alvarez? "Penso che il Mister abbia fatto un lavoro psicologico perchè lui parla molto coi giocatori, poi lavoro tattico e fisico. Tutte le componenti portano al rendimento del giocatore, anche l'organizzazione".