Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Italia, Abete: "I veri simboli anticamorra sono altri"

Italia, Abete: "I veri simboli anticamorra sono altri"TUTTO mercato WEB
© foto di Andrea Ninni/Image Sport
lunedì 14 ottobre 2013, 12:332013
di Cristina Guerri

Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Giancarlo Abete, presidente della FIGC. "La nostra presenza a Quarto? Tutti noi, da dirigenti, a Prandelli fino a tutti i ragazzi abbiamo voluto testimoniare la riconoscenza per chi ha fatto un gran lavoro su questo territorio. La nostra presenza costituisce un'opportunità, ma poi si deve lavorare tutti i giorni per migliorare le cose. Noi pensiamo a trasferire una dimensione positiva. Abbiamo problemi importanti in questa zona, dai rifiuti tossici fino alla camorra. Balotelli simbolo anticamorra? I simboli veri sono quelli che hanno perduto al vita, le famiglie coi drammi vissuti che vivono in questa zona. Noi siamo qui per cercare di dare una mano, ma non per questo diventiamo noi i simboli dell'anticamorra. La telecamera su Balotelli? C'è pressione fuori e dentro dal campo.

I tifosi? Ci sono persone che utilizzano lo stadio per far dimostrare il loro potere. Certe volte sono delinquenti perché i tifosi veri non creerebbero mai un danno alla propria squadra. Un conto è la goliardia, un altro l'offesa alla persona. le società hanno evidenziato una situazione comprensibile, ovvero che queste persone possono provocare un danno a tutto lo stadio. Il futuro di Prandelli? Parleremo con Prandelli a marzo o aprile, nell'avvicinarsi del Mondiale. E' chiaro che dobbiamo fare una programmazione, il rapporto è ottimo. Capiremo da Prandelli se vorrà continuare il suo percorso con noi o se vorrà provare un altro tipo di esperienza".