Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, Marotta: "Infastiditi dal tweet di Vidal, noi dobbiamo anche educare"

Juventus, Marotta: "Infastiditi dal tweet di Vidal, noi dobbiamo anche educare"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
domenica 20 ottobre 2013, 14:222013
di Simone Lorini

Intervistato dai microfoni di Sky nel prepartita di Fiorentina-Juvents, l'ad bianconero Giuseppe Marotta ha parlato della gara in procinto di giocarsi al Franchi: "Dovrebbe essere un clima ordinario quello sereno di oggi, ma siamo in Italia quindi quando si vede una gara in maniera tranquilla diventa una cosa straordinaria".

Cosa è successo con Vidal?
"Siamo in una comunità e come tale vanno rispettate delle regole. Voi volete creare un caso ma noi siamo arrabbiati il giusto. Abbiamo parlato con lui e il mister, sarà multato ma la cosa deve essere risolta in casa nostra".

Questo tweet di Vidal fa un po' ridere...
"Sono dei ragazzi, professionisti ben pagati, ma pur sempre dei giovani che vanno educati. La cosa ci ha dato fastidio è vero, ma adesso non esageriamo. Il nostro compito è anche educare".

Montella ha detto che forse per vincere bisogna urlare, facendo riferimento al comportamento di Conte, lei cosa ne pensa?
"Conte ha il polso della squadra, oggi è una partita delicata, che va vissuta sulla motivazione più che su aspetti tattici e tecnici. Lui deve ragionare coi suoi strumenti di lettura e prendere le sue decisioni. Madrid? Noi andiamo a giocarcela, ai ragazzi chiediamo massimo impegno, affrontiamo il Real col massimo rispetto ma senza partire battuti".