Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lione, da goielleria a ingrosso?

Lione, da goielleria a ingrosso?TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
mercoledì 23 gennaio 2013, 22:302013
di Gaetano Mocciaro

Fino a poco tempo fa pensare di fare affari col Lione era qualcosa di utopistico. Da sempre sappiamo che il presidente Jean-Michel Aulas ha venduto, se proprio doveva, i suoi gioielli a carissimo prezzo. Basti pensare a Karim Benzema, ceduto al Real Madrid per 35 milioni, Diarra sempre ai blancos per 26, Malouda al Chelsea per 17, Abidal al Barcellona per 16. Una squadra che per anni ha vinto tutto in patria, che non aveva bisogno di denaro, ma costretta a dar via i gioielli più luminosi per colpa della Ligue 1, torneo diventato troppo stretto per loro. Ironia del destino, ora che il massimo campionato transalpino sta crescendo d'appeal grazie agli investimenti di arabi (Paris Saint-Germain) e russi (Monaco) il Lione nonostante il primo posto in classifica rischia di vendere, anzi, svendere, gran parte dell'argenteria. L'ultimo della lista è Lisandro Lopez, vicino alla Juventus. L'argentino fu pagato 24 milioni nel 2009, cifra record per il club. Dopo tre anni e mezzo e con 77 reti all'attivo, Licha lascerà con molta probabilità e per una cifra inferiore a quella spesa, considerato che a marzo la punta compirà 30 anni. Un affare che sta andando in porto per la Juve, al contrario di un anno e mezzo fa quando Michel Bastos sembrava in pugno. L'esterno era perfetto per il modulo di Delneri, l'esonero del tecnico di Aquileia ha cambiato le strategie in Corso Galileo Ferraris e non se n'è fatto più nulla.

Il giocatore è rimasto, ma anche lui ha la valigia in mano, destinazione Schalke 04, dove il brasiliano dovrebbe rimpiazzare l'infortunato Afellay. Non bastasse i lionesi stanno cercando di liberarsi subito di Bafétimbi Gomis. 13 milioni di euro sborsati, col rischio di vederlo andar via a giugno senza ottenere un centesimo: si cerca di piazzarlo in Inghilterra. Basta così? No, perché anche Yohann Gourcuff rischia di andar via: Wenger lo tenta e il manager dell'Arsenal da sempre esercita un fascino particolare sui connazionali. Il giocatore può andar via e oltre ai Gunners le richieste non mancano. Infine Reveillere. Il terzino era già ceduto al Paris Saint-Germain, in cambio di Bisevac. Le visite mediche non hanno convinto i parigini, resta a Lione. Ma ancora per quanto?