Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Lazio, Petkovic: "Hernanes aveva bisogno di una pausa"

LIVE TMW - Lazio, Petkovic: "Hernanes aveva bisogno di una pausa"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
martedì 29 ottobre 2013, 13:172013
di Gianluca Losco

Dopo il ritorno alla vittoria col Cagliari, la Lazio è attesa dalla trasferta a San Siro contro il Milan. Il tecnico biancoceleste parla così nella conferenza stampa della vigilia.

"L'importanza di questa partita è come quella delle altre, giochiamo in un campo storico e difficile, contro un avversario arrabbiato. A noi serve la conferma che possiamo fare bene anche fuori casa. Cosa mi aspetto dai big? Nella Lazio sono tutti big e tutti si devono sentire così. Sia a 18 che a 30 anni, naturalmente da quelli già con una certa carriera ci si aspetta un miglioramento ma soprattutto dare il supporto alla squadra. Milan e gli arbitri? Io mi fido, si può sbagliare ma non ci sarà nessun momento dove si parlerà male. Gruppo disgregato? Da quasi un anno e mezzo il mio rapporto con i giocatori è buono, c'è margini di miglioramento nelle comunicazione, per cercare di risolvere certe situazione. Sono contento delle parole di Radu e Candreva, ma la migliore dimostrazione è stata sul campo. Abbiamo avuto qualche appagamento ma non ho mai messo in dubbio i problemi personali, questi sono veri uomini, anche se manca ancora un po' di cattiveria. Chi rischia di più domani? Noi non stiamo vivendo un momento particolare, ci sono stati tanti infortunati. Forse ci manca qualche punto e brillantezza nel gioco, ma non siamo troppo sotto le aspettative. Noi abbiamo ambizioni elevate e dobbiamo migliorare in classifica. Se mi aspettava di più dal Milan? Sicuramente era dato fra le prime tre o in lotta per il titolo, non so cosa stia succedendo da loro; io non guardo in casa degli altri, ma come squadra vale di più. Sono sempre pericolosi e pronti a raccogliere il massimo, noi cercheremo in questa partita di impedirglielo. Il rendimento in trasferta? In alcune occasioni meritavamo di più fuori casa, dobbiamo cercare di avvicinarci alla Lazio arrabbiata e consapevole dell'Olimpico. Dobbiamo crederci e giocare a testa alta, con la consapevolezza che anche fuori casa possiamo battere tutti. Hernanes? Serve uno sguardo più ampio di una seconda partita. Era arrivato stanco dalla Nazionale ed era poco cattivo in questo momento e con un pausa attiva potrebbe tornare ai suoi livelli; ha bisogno dell'aiuto di tutta la squadra ma anche lui deve dare il massimo per la squadra. Il possesso palla del Milan? Non voglio andare là per difendere il risultato, dobbiamo giocare con la testa alta e aggressivi, cercando noi di dominare. Quando si lascia giocare il Milan, specie in casa, diventa veramente forte. Dobbiamo noi cercare di provocare problemi al Milan. Come sta la squadra? Penso bene, non ancora al massimo perché fondamentali sono i risultati che portano ad un salto di qualità. Ci sono ancora tante partite e possiamo raccogliere tantissimi punti. Cosa mi piace della coppia Perea-Klose? Soprattutto il lavoro che hanno svolto, insieme e per la squadra. Anche quattro attaccanti possono giocare insieme se fanno bene, è importante sacrificarsi. Perea è stato aiutato da Klose ma anche lui lo ha aiutato per andare nell'uno contro uno. Radu? Spero possa giocare la terza partita consecutiva, è un ragazzo intelligente e sa gestirsi. Ha tenuto bene in queste partite ed ha un carattere molto forte. Gonzalez? Ha avuto qualche infortunio già portato dalla stagione scorsa, non ha avuto la possibilità di allenarsi normalmente con la squadra. Adesso ha ritrovato la forma, dipende sempre dai giocatori".