Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Pellegatti: "Kaká toglie lo smoking e mette il maglione"

Milan, Pellegatti: "Kaká toglie lo smoking e mette il maglione"TUTTO mercato WEB
giovedì 24 ottobre 2013, 08:442013
di Redazione TMW.
fonte Carlo Pellegatti

Ricordate quando io e il mio collega Sebastiano sognavamo, lo scorso luglio, il ritorno di Kaka? Sono passati 3 mesi. Ad un certo punto della sera, lunedì, si sparge la clamorosa notizia che il brasiliano potrebbe giocare dal primo minuto contro il Barcellona. Frenetici scambi di sms con i colleghi, per verificare la veridicità della indiscrezione. Poi, dato che a volte bisogna osare, torno in redazione verso le 23. Devo cambiare il pezzo che parlava di un Milan schierato con il tridente Birsa-Matri-Robinho. Ad aspettarmi in sala montaggio, ancora Seba, il vecchio cuore, che mi domanda: "Che ci fai ancora qui?" "Leggi l'inizio del mio pezzo!" gli rispondo. "Uuuuuhhhh, grande libidine!! Gioca Kaka dal primo minuto. Bene, bene, bene!" esclama, gongolante. Il suo stato d'animo era quello di tanti tifosi rossoneri alla notizia della decisione di Massimiliano Allegri. Scelta giusta, scelta coraggiosa, scelta da Milan! Il tecnico mette in campo la classe, la qualità, il gusto del gioco, ma corroborati anche da uno spiritaccio e da una grande voglia di stupire. Il Barcellona conferma di essere una squadra feroce nel recupero palla, difficilissima da affrontare, superabile solo se si disputa un partita punibile da un autovelox . Sì, quasi ad una velocità proibita per tutti i novanta minuti. I Ragazzi, con grande modestia e umiltà, segni sempre di intelligenza, hanno invece affrontato i catalani, cercando di mantenere alta la concentrazione, la determinazione, con lampi di classe, ma cercando di evitare sbavature con un enorme spirito di sacrificio. Il simbolo di questo formidabile atteggiamento è stato proprio Ricardino Kaka. Lui, per una sera, si toglie lo Smoking Bianco. Indossa un maglione, comunque di cachemire, per una serata casual e informale. Meno elegante del solito, ma molto più movimentata. Niente Martini agitato, non mescolato, come pretende James Bond, dunque, ma un bel bicchiere di Coca con ghiaccio, per volare su e giù sulla fascia, per contrastare e per aiutare, per tamponare e per riproporre.

Partita della svolta in un momento cruciale della stagione? I tifosi del Milan se lo augurano. I prodromi di un ritorno ai migliori livelli di gioco, ma soprattutto di un ritrovato spirito di squadra, si sono intravisti a Torino, sono stati confermati contro l'Udinese, e sono stati ribaditi contro il Barcellona. Parma, Lazio, Fiorentina e Chievo, le partite prima della sosta, sono gli appuntamenti vitali per capire se il Milan possa cominciare l'arrampicata verso le cime più alte, dove l'aria è più salubre. Si potrà attaccare presto a chiodi sempre più robusti, come De Sciglio, El Shaarawy e Pazzini, che lo aiuteranno nella scalata, soprattutto dove il ghiaccio è più insidioso e dove il vento soffia più impetuoso. Ho la netta impressione che i Ragazzi siano tornati a divertirsi, abbiano ripreso il gusto di giocare, si sentano nuovamente forti e competitivi. Con loro, anche noi!

© foto di Alberto Lingria/PhotoViews