Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Napoli, Garella: "De Sanctis come me nell'87"

Napoli, Garella: "De Sanctis come me nell'87"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 21 gennaio 2013, 16:142013
di Chiara Biondini

L'ex portiere del Napoli, Claudio Garella, è intervenuto questo pomeriggio sulle frequenze di Radio Kiss Kiss rilasciando le seguenti dichiarazioni:

"Errore di De Sanctis? Anzichè guardare la traiettoria della palla ha controllato che Toni non lo anticipasse di testa, il problema è stato aver perso di vista il pallone. Una volta accortosi dell'attacante viola non ha potuto però recuperare la posizione incappando nello svarione. Un portiere non deve mai perder d'occhio la palla, quello commesso dal numero uno azzuro è un classico errore da numero uno".

"Morgan come me con Monelli nell'anno dello Scudetto? La dinamica dell'azione è diversa. In quell'occasione non ero in porta, ero salito in fase offensiva per l'ultimo minuto di gara. Per ricordare un errore del genere del portiere partenopeo bisogna tornare indietro di tanti anni, credo che resti comunque uno dei più forti estremi difensori in Italia. E' uno dal rendimento altissimo".

"Roncaglia come Monelli, potrebbe essere l'anno del tricolore? I giocatori ci devono credere fino in fondo anche se la Juventus sbaglia poche partite. Mazzarri dice giustamente che si deve andare avanti giornata per giornata senza pensare ai bianconeri che disponogno di una rosa straordinaria con giovani di qualità. Il Napoli è difficile che sbagli una partita completamente, è una squadra vera. Ha un attaccante ( Cavani, ndr) che è con ogni probabilità il più forte del mondo".