Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Parma, Donadoni: "Credo in Bajza. Ho ancora dubbi di formazione"

Parma, Donadoni: "Credo in Bajza. Ho ancora dubbi di formazione"
sabato 19 ottobre 2013, 14:442013
di Marco Conterio
fonte FcParma.com

Sereno, concentrato, attento ma fiducioso. Mister Roberto Donadoni, nella consueta conferenza stampa prepartita, ha manifestato oggi grande fiducia e soddisfazione per il lavoro effettuato dal gruppo durante la sosta. Le alternative al vaglio sono molteplici, la squadra è pronta per andare a Verona e provare a continuare la striscia positiva arrivata a 4 turni senza sconfitte. Questi i principali temi trattati in conferenza.

Sui nazionali e sui singoli: "Gargano è rientrato venerdì, non ha particolari problemi se non quello del fuso orario. Ho ancora un paio di dubbi in merito alla gara di domani che conto di sciogliere oggi. Biabiany è con il gruppo da qualche giorno, non è al 100 per cento ma è a disposizione. Direi che i ragazzi stanno bene, si sono allenati con grande piglio, ho tante soluzioni a disposizione e intendo valutarle. Dovremo gestirci bene a livello fisico e mentale, perché andremo poi incontro ad una settimana, la prossima, con 3 partite in 6 giorni. Pavarini dovrebbe rientrare oggi, le sue sensazioni saranno fondamentali. Penso torni a pieno regime, avremo risposte definitive dopo l'allenamento. Bajza si è allenato come sempre con grande attenzione, è un ragazzo sul quale il Parma e il sottoscritto credono. E' tranquillo, non ha tensioni particolari pur sapendo di partire dal primo minuto"

Sul Verona: "Non sono sorpreso per la loro classifica. All'esordio con il Milan, ha messo subito un'impronta importante su quello che intendeva fare. E' una neopromossa, ma non ha solo entusiasmo, sarebbe riduttivo riassumere così i suoi meriti. Ha giocatori con doti tecniche ed esperienza e una ritrovata verve anche da parte di Toni, che ha un percorso ad alto livello. Inseriti tutti questi ingredienti, giustificano la posizione di classifica. La differenza in serie A ormai è minima, una squadra funziona se riesce ad attaccare e a difendere in undici: qui sta la differenza, non possiamo permetterci di sbagliare da questo punto di vista"

Sul rientro dopo la sosta: "Abbiamo chiuso in maniera positiva con il Sassuolo, una gara che ci è costata molto a livello fisico e mentale. Questo ci deve insegnare qualcosa, non possiamo incorrere negli stessi sbagli. Dobbiamo ancora limare qualcosa, ma abbiamo lavorato bene in queste due settimane e non c'è nulla che possa far pensare a qualcosa di negativo se non un avversario estremamente motivato, che ha l'intenzione di confermare un trend positivo così come del resto noi"