Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Parma, Sansone: "Non dobbiamo sottovalutare il Chievo"

Parma, Sansone: "Non dobbiamo sottovalutare il Chievo"TUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
venerdì 18 gennaio 2013, 11:102013
di Chiara Biondini

L'attaccante Nicola Sansone, autore domenica scorsa del gol che ha regalato al Parma il meritato pareggio con la Juventus, è stato protagonista della conferenza di ieri nella sala stampa del centro gialloblù.

"Voglio fare ancora meglio. Non mi importa se i gol che faccio sono decisivi oppure no. Certo, sono contento se segno e, se il Parma vince, lo sono ancora di più. Ma l'importante è che la squadra faccia la prestazione come è accaduto anche domenica scorsa".

Cosa prova rivivendo il momento in cui ha siglato l'1-1 contro la prima della classe? "Una sensazione bellissima, una grande emozione, soprattutto pensando che affrontavamo la Juventus".

C'è rivalità con i compagni di reparto? ""No, spiega. Amauri, che ha giocato in grandi squadre e fatto tanti gol,mi dà consigli, mi aiuta. E' entrato in campo a esultare con me come io ero entrato in campo per esultare con lui e fargli i complimenti quando aveva segnato nel finale contro il Palermo. Siamo un grande gruppo, non c'è competizione tra noi. Siamo sempre felici se uno fa bene. Donadoni poi è uno che da giocatore è stato fortissimo e ha vinto tutto. Mi sta aiutando tanto e mi dà sempre tanti consigli".

Questo entusiasmo non rischia di sfociare in euforia? Dopo la Juventus bisogna affrontare il Chievo, è bene rimanere concentrati: "Dopo aver fatto una grande partita come quella di domenica si corre sempre il rischio di abbassare la guardia e noi - conclude - non dobbiamo commettere l'errore di sottovalutare il Chievo".