Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Salernitana, Lotito: "Individuati i problemi, alcuni elementi sono nel mirino"

Salernitana, Lotito: "Individuati i problemi, alcuni elementi sono nel mirino"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
sabato 19 ottobre 2013, 18:592013
di Luca Esposito

La società è uscita ufficialmente allo scoperto "dichiarando guerra" a tutti quegli elementi che, in questi mesi, hanno assunto un comportamento poco professionale spifferando ad alcuni organi di informazione una serie di accadimenti che, normalmente, non dovrebbero varcare le mura degli spogliatoi. Intervistato dalla redazione di Granatissimi.com, il presidente Claudio Lotito annuncia di aver capito chi possano essere i responsabili di questa spiacevole situazione ed annuncia provvedimenti serissimi per tutti coloro che trasgrediranno le regole imposte dalla proprietà: "Non si poteva più continuare così, abbiamo le idee chiarissime e siamo stati in grado di individuare i problemi della Salernitana. Alcuni elementi sono sotto osservazione ed a loro abbiamo dato un ultimatum: o si comportano da professionisti e lavorano per il bene della squadra e del gruppo oppure li mando a pascolare, siamo pronti ad assumere decisioni anche drastiche per tutelare il gruppo. All'interno del nostro staff abbiamo una persona che deve tenere lo spogliatoio sotto osservazione, ho parlato con Giubilato e gli ho detto che se continuano a trapelare certe notizie sarà il primo a pagarne le conseguenze e vedrete che non si verificheranno più episodi del genere. Il capitano Montervino pensasse a fare quello che deve fare, stop".
Pur non associando le esclusioni di domenica alle voci circolate in queste ore, Lotito chiarisce un altro aspetto: "Due componenti non sono in discussione: i tifosi, che ringrazio per tutto quello che stanno dando alla squadra, e l'allenatore, che non ha colpe se davanti alla porta sbagliamo gol incredibili e se ci alleniamo in giro per la provincia senza avere una fissa dimora. L'allenatore domenica ha effettuato delle scelte tecniche dimostrando che gioca chi merita e chi è in forma, gli altri pensassero ad allenarsi nel migliore dei modi ed a conquistare la maglia da titolare con sudore e spirito di sacrificio.

Sicuramente se si dovessero verificare altre situazioni spiacevoli, i colpevoli non scenderanno più in campo e su questo la linea con il tecnico è comune".
Il presidente si sofferma anche sul lavoro degli organi di informazione specificando che le sue critiche non sono rivolte a tutti, ma a coloro che, a detta del patron, non aiutano la Salernitana e cercano la polemica ad ogni costo: "Si può tollerare che alcuni calciatori vadano a cena con i giornalisti? Qui non è un problema di testata, ma di persone ed anche in questo caso monitoreremo la situazione con grande attenzione. Ovviamente quando parlo di pennaroli e giornalai non mi riferisco a tutti, c'è anche chi, verifica le notizie ed assume un comportamento corretto. La mia domanda è: che senso ha intervistare Aliberti? Che senso ha far parlare una persona che ha fatto fallire la Salernitana e che ha avuto da ridire anche sull'acquisto del marchio? Per non parlare poi dell'intervista a Pagni e della conferenza stampa di Ronca, persone che non c'entrano nulla con la Salernitana, o di coloro che hanno creato un dualismo tra Susini, che è il responsabile dell'area tecnica e gode della nostra fiducia, e Giubilato. E' evidente che una parte della stampa rema contro e questo non può essere più tollerabile".
Parole al miele, invece, per la tifoseria granata: "Così come ha fatto mio cognato, ci tengo a sottolineare che le mie dichiarazioni di lunedì non erano affatto rivolte a loro, anzi colgo l'occasione per ringraziarli per il calore ed il sostegno incondizionato che stanno garantendo alla Salernitana anche attraverso un numero di presenze massiccio. Speriamo che domenica possano essere in 10 mila a spingere la squadra, il dodicesimo uomo in campo sarà utile anche per responsabilizzarli ulteriormente. I tifosi devono stare tranquilli, la società ha la situazione ben chiara in mente ed adotterà tutti i provvedimenti necessari nell'interesse della Salernitana".