Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Samp-Atalanta, Manolo contro Guido, botta e risposta tra i bomber di Pagliari

Samp-Atalanta, Manolo contro Guido, botta e risposta tra i bomber di PagliariTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 25 ottobre 2013, 16:382013
di Chiara Biondini
fonte Playermanagement.eu

Per loro due non è una partita come le altre. Affrontano quei colori con i quali sono cresciuti, sono diventati uomini e calciatori. Con quei colori addosso hanno vissuto la gioia del primo gol in Serie A. Sampdoria-Atalanta è la partita di Manolo Gabbiadini e Guido Marilungo. Entrambi attaccanti, entrambi assistiti da Silvio Pagliari, entrambi ex della sfida del Luigi Ferraris di domani pomeriggio. Il blucerchiato classe '91 è un bergamasco doc formatosi nella cantera di Zingonia, il nerazzurro classe '89 è un marchigiano, ma genovese di adozione, esploso in quella di Bogliasco. Gabbiadini ha festeggiato il primo gol con la Dea contro il Bologna (marzo 2012) e a maglie invertite ha già punito la sua ex squadra; Guido il primo centro in A, anzi, i primi centri li ha messi a segno esattamente quattro anni e mezzo fa (doppietta in Samp-Cagliari, 26 aprile 2009). Nella stagione 2011/2012 hanno condiviso lo spogliatoio della Dea e un ottimo campionato. Per Manolo e Guido Sampdoria-Atalanta non è una partita come le altre.

Domani affronti la tua ex squadra. Cosa significa per te ritrovartela di fronte?
Guido: "Sarà sicuramente un'emozione, sono stato lì tanti anni: quello stadio e quei colori mi hanno dato tanto. Una bella giornata per me, quella di domani".

Manolo: "Sono contento. Ritrovo i miei vecchi compagni, il mio vecchio allenatore, la squadra della mia città, dove sono cresciuto e con la quale ho esordito in Serie A"

Che partita sarà Sampdoria-Atalanta, considerando il vostro momento e quello dell'avversario?
Guido: "Noi veniamo da tre successi e stiamo bene, loro passavano un momento non buono, ma poi hanno trovato la vittoria fuori casa di Livorno. Ce la giocheremo fino alla fine".

Manolo: "Una partita durissima, non è mai facile giocare contro di loro. Stanno facendo veramente molto bene, vengono da tre vittorie consecutive e quindi penso che sarà una sfida tosta e imprevedibile".

Un ricordo o un aneddoto della stagione atalantina passata insieme a Manolo/Guido.
Guido: "Manolo era giovanissimo, io quasi come lui. All'andata abbiamo giocato poco, al ritorno invece ci siamo ritagliati il nostro spazio e siamo cresciuti. Una bella annata e un bel campionato".

Manolo: "Di ricordi e di momenti ne ho diversi, soprattutto quelli vissuti con lui nello spogliatoio. Guido è troppo simpatico, faceva sempre divertire me e tutta la squadra".

Quale dote tecnica o quale punto di forza ruberesti al tuo avversario?
Guido: "Senza dubbio il sinistro. Il suo è micidiale e glielo dicevo sempre: 'appena passi la metà campo, tira in porta'"
Manolo: "Il carattere che mette sempre in campo e la cattiveria".

Un messaggio all'amico-rivale in vista della partita.
Guido: "Manolo, spero che tu faccia una grande partita, sei fortissimo e nell'ambiente giusto. Ma domani non fare gol".
Manolo: "Guido, ti voglio bene, ma spero che domani tu rimanga in panchina, perché potresti essere veramente molto pericoloso per noi. Ti auguro di segnare dalla partita successiva".

© foto di Federico De Luca