Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sampdoria, Delio Rossi: "Krsticic? Oggi tornerà in gruppo"

Sampdoria, Delio Rossi: "Krsticic? Oggi tornerà in gruppo"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 18 gennaio 2013, 15:482013
di Chiara Biondini
fonte sampdoria.it

"Il Siena è una squadra viva, che giocherà col coltello tra i denti. L'importante sarà aver più fame di loro, altrimenti vorrà dire che abbiamo dei problemi". Inizia così la conferenza stampa l'allenatore della Sampdoria, Delio Rossi.

"È un periodo delicato. Adesso si decide la stagione: dopo queste tre partite sapremo che campionato dovrà fare la Sampdoria".

La condizione degli infortunati, Maxi López su tutti. Lei ha detto che le gerarchie sono azzerate: in questo momento, con l'esplosione di Icardi, come sono cambiate quelle in attacco?
"Le gerarchie sono azzerate perché decide il campo. Maxi López è un giocatore importante, ma avviene da un infortunio. In questo momento non c'è parità di condizione tra lui e Icardi. Innanzitutto Maxi dovrà ritrovare la miglior forma fisica, poi starà a me valutare".

Come sta invece Krsticic?
"Krsticic ha preso una botta, ha un leggero affaticamento, ma già oggi tornerà in gruppo e quindi non credo che ci siano problemi in vista della sfida di domenica pomeriggio".

Con Juve e Milan la squadra ha giocato un buon calcio, ma soprattutto ha subito un solo gol su calcio di rigore. Come ha blindato la difesa?
"Non ho blindato niente. Stiamo lavorando bene e ho disponibilità da parte dei giocatori: ma anche in fase di non possesso, voglio che ognuno esprima le proprie caratteristiche".

De Silvestri, Palombo, Estigarribia sono stati rivalutati: ci potrà essere spazio anche per gli altri?
"Dal momento che subentri, ti devi adattare alle caratteristiche dei giocatori, cercando di penalizzarne il minor numero possibile. A metà campo siamo tanti, ad esempio, mentre negli altri ruoli c'è meno densità numerica. Il treno passerà per tutti: è importante però essere alla stazione quando passa il treno, altrimenti il treno non lo prendi".

Affronterà il Siena di Beppe Iachini, fresco ex doriano. Sarà avvantaggiato dal fatto di conoscere il gruppo? Quanta voglia di rivalsa avrà?
"Iachini lo conosco e onestamente penso che anche lui dovrà adattarsi al gruppo che ha trovato a Siena. Ai miei giocatori non ho chiesto niente, più o meno so come gioca il Siena. Sicuramente è più avvantaggiato lui, perché conosce molto bene il gruppo blucerchiato. Sicuramente ci terrà a far bene: l'anno scorso ha svolto un ottimo lavoro riportando la Sampdoria in Serie A e sarà stato dispiaciuto di non aver avuto la possibilità di poter allenare la squadra nel massimo campionato".

L'eventuale partenza di Pozzi proprio in direzione Siena potrebbe preludere all'arrivo di un nuovo rinforzo in attacco?
"Questo è il periodo più difficile, perché si parla, si chiacchiera. Se eventualmente andasse via Pozzi, allora parlerò di un eventuale sostituto. Se arriverà un altro giocatore, ne parlerò".