Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Serie A: 9a giornata, Top Ten TMW

Serie A: 9a giornata, Top Ten TMWTUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
lunedì 28 ottobre 2013, 09:082013
di Alessio De Silvestro

Da poco è terminata la nona giornata del Campionato di Serie A. La Roma faticando ha vinto ancora, stavolta a Udine e viaggia a punteggio pieno mettendo a segno un'altro record. Vincono anche Napoli e Juventus e le fantastiche tre vanno avanti a vele spiegate anche se i giallorossi hanno 5 punti di vantaggio su entrambe le inseguitrici. Vincono questa settimana anche Inter, Fiorentina, Bologna, Sampdoria e Lazio. Perde in pieno recupero il Milan con il Parma. L'unico pareggio si registra tra Catania e Sassuolo. Questo turno nella Top Ten TMW troviamo:

Bradley: Entra a partita in corsa, come sempre quando c'è da lottare lui risponde presente ma stavolta come un abile cecchino tocca un solo pallone e lo trasforma in oro, meriti da dividere con il tecnico che lo ha messo in campo. Captain America

Klose: In 9 minuti realizza il gol, nonché primo tiro in porta della Lazio fino a quel momento e si conquista il rigore del raddoppio che siglerà Candreva. Senza di lui il peso in attacco è un'altra cosa. Panzer

Cuadrado: Un fenomeno, non ci sono altre parole. Due gol ed una prestazione da incorniciare. Corre e non ha mai problemi di andare in riserva. Palla al piede è imprendibile. Un vero e proprio top player. Indemoniato

Mustafi: Torna in campo e decide la partita con un perfetto stacco di testa sulla battuta di un corner. Puntuale in fase difensiva dove cerca sempre l'anticipo. Buona anche la condizione di forma con una ritrovata fluidità di corsa. Rampante

Parolo: Gol e assist nel primo tempo, risultando tra i migliori in campo come sempre. Nella ripresa soffre come tutta la squadra ma è l'ultimo a mollare. Al 95' sigla su punizione il gol più bello della sua vita: 2,5 punti dei tre conquistati dal Parma sono suoi. Senza parole

Higuain: Sblocca il risulta battendo Padelli dal dischetto. Cambia angolo sul secondo rigore con freddezza. Con la doppietta ritrova anche forza fisica. Sempre al servizio della squadra, pronto ad alzare il pressing. Determinante

Palacio: Osannato dal suo pubblico fin dal fischio d'inizio, ricambia l'affetto con un gol cercato e trovato. Quando parte sulla fascia crea sempre la superiorità numerica. Dialoga bene con i compagni regalando assist al bacio. Leader

Tevez: Uomo ovunque, lascia a Llorente il centro dell'attacco e gira a largo per poi buttarsi dentro nei dai e vai coi compagni a ridosso dell'area. Segna un gol da grandissimo attaccante e mette spesso e volentieri in difficoltà la retroguardia rossoblu. Prestazione da vero trascinatore. Perfect

Diamanti: E' l'anima di questo Bologna. Stavolta non segna ma gioca una gara di grandissimo sacrificio. Sfiora l'eurogol nella ripresa dopo un aggancio volante. E' l'ultimo a mollare e pagherebbe di suo per timbrare il cartellino. Esemplare

Missiroli: Di Francesco gli affida le chiavi della mediana. In affanno, come tutto il reparto centrale del campo, nella prima parte di gara. Viene fuori alla distanza con grande senso tattico, ma senza trovare però la collaborazione degli attaccanti. Diligente