Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Spezia, Stroppa: "A Padova gara delicata, fondamentali le motivazioni"

Spezia, Stroppa: "A Padova gara delicata, fondamentali le motivazioni"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
giovedì 31 ottobre 2013, 23:092013
di Antonio Vitiello
fonte acspezia.com

Alla vigilia della sfida contro il Padova, mister Stroppa mette in guardia i suoi ragazzi, ma punta dritto verso il risultato pieno:

"Veniamo da una vittoria importante ottenuta in una situazione di emergenza e già nel post gara ho ringraziato la squadra per quanto fatto. Tra forfait dell'ultimo minuto, dell'ultimo secondo e ad inizio gara, abbiamo dovuto adattati ad una gara non facile che siamo riusciti a portare a casa. Era davvero importante vincere, portare a casa punti; una prestazione eccellente a livello di testa, dedizione e voglia di portare a casa il risultato.
Il 3-5-2 provato è una soluzione di emergenza; l'inserimento di un centrale in più andava a coprire la mancanza di un terzino di ruolo a destra. Di certo, con tutto l'organico a disposizione, può diventare una possibilità, ma occorre anche provare in allenamento.
Giocheremo con la due punte, come sempre abbiamo fatto fino ad ora; indipendentemente dagli interpreti, i movimenti che ho chiesto ai ragazzi sono gli stessi, poi ognuno li applica a seconda delle proprie caratteristiche. Mi piacerebbe giocare con quattro attaccanti di ruolo, tre dietro la punta centrale, ma al momento non è stato possibile per diversi motivi; per farlo occorre un elevato grado di attenzione, una grande organizzazione per abbinare al meglio le due fasi.
All'Euganeo sarà una partita difficile senza ombra di dubbio, conterà tanto l'aspetto motivazionale. Loro, al di la di quella che è la posizione in classifica, sono una squadra in salute, che gioca bene al calcio con un organico importante; il fatto che abbiamo pochi punti è un dato relativo, la Serie B la conosciamo bene, sappiamo quali incognite e quali insidie nasconde. Da parte nostra dobbiamo essere bravi a sfruttare eventuali limiti o difficoltà degli avversari.
Per Padova recuperiamo Baldanzeddu e la condizione di Sansovini e Catellani è di certo migliorata. Per Migliore, che ha tolto qualche punto, nessuna maschera protettiva, ci sarà, è un guerriero. Carrozza? Sta facendo bene, ma non è ancora al meglio, può fare ancora di più; la sua imprevedibilità può essere importantissima per noi, può farci fare il salto di qualità. A Padova vogliamo fare bene, raccogliere qualcosa di importante e continuare a dare continuità al nostro cammino; di certo non andremo in campo in maniera scriteriata, prestando loro il fianco; è una partita delicata, ma vogliamo portarla a casa.
Ciclo di ferro? Non credo; è fondamentale comunque concentrarsi su una partita alla volta anche perché, le situazioni cambiano a seconda di chi si ha a disposizione. La prima cosa da fare è preparare al meglio la prossima partita cercando di recuperare le energie. Non siamo ancora quelli che vorrei che fossimo".