Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Torino, Ventura: "Contento per i progressi di Bellomo e Farnerud"

Torino, Ventura: "Contento per i progressi di Bellomo e Farnerud"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
domenica 20 ottobre 2013, 23:272013
di Simone Lorini

Il tecnico del Torino Giampiero Ventura ha parlato ai microfoni di Sky al termine della sfida pareggiata stasera all'Olimpico contro l'Inter: "E' una partita che ci ha spiegato un sacco di cose. L'abbiamo iniziata bene, creando un rigore, sbagliandolo, andando in vantaggio. I tre gol dell'Inter sono errori clamorosamente nostri, al di là dei meriti dell'Inter. Una cosa positiva è il gol al 93', è una squadra che ha voglia di crescere e non mollare mai, eravamo anche sette giocatori. Abbiamo iniziato bene con un palo in undici contro undici, mentre nella ripresa abbiamo concesso delle ingenuità: con un uomo in più potevamo osare di più".

Due gol dalla panchina: cambi azzeccati?
"Direi di sì, se hai un'ottica positiva verso di me, altrimenti no. Sono contento per Bellomo che è alla seconda partita che fa, che è stato un investimento della società e sono contento per Farnerud che ha impiegato un po' a capire il campionato italiano ed oggi ha fatto una buonissima partita".

Si aspettava il tiro da Bellomo al 93'?
"Ha grande estero e personalità, ci si può aspettare qualsiasi cosa. Alla seconda in A magari uno ci si aspetta che deleghi, invece si è preso la responsabilità e l'ha messa all'incrocio".

I gol presi vanificano il grande lavoro davanti:
"L'Inter si difendeva con 9 giocatori davanti all'area di rigore e questo vuol dire poco spazio per ripartire. Sul piano della velocizzazione della manovra potevamo fare un pochettino meglio, quel che conta è come ci siamo presentati, volendo fare la partita, basti pensare quello che abbiamo creato nei primi 5 o 6 minuti".

Mazzarri è in polemica con le decisioni arbitrali, che ne pensa?
"Sono sorpreso e in difficoltà, perchè sono parte in causa rispetto a quello che è successo a noi nelle ultime settimane. Dopo la partita di Genova ho detto che non sarei più entrato in merito a questioni arbitrali anche perchè non so a cosa si riferisca".