Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Boninsegna: "Guarin meglio di Vucinic. Io non volevo andare alla Juventus"

Boninsegna: "Guarin meglio di Vucinic. Io non volevo andare alla Juventus"
martedì 21 gennaio 2014, 14:332014
di Andrea Losapio

Per parlare dell'operazione Vucinic-Guarin tra Juventus e Inter è intervenuto telefonicamente nel programma "La vita è una palla" di Radio Number One il grande doppio ex Roberto Boninsegna. È infatti tornato alla mente quello che accadde nel 1976 quando ci fu lo scambio clamoroso tra Pietro Anastasi e, appunto, Bonimba. "Sì, il parallelo ci può stare - esordisce l'ex attaccante della Nazionale - però con una precisazione importante. Io non volevo andare alla Juve, sono stato obbligato e credo lo stesso sia capitato ad Anastasi, mentre Guarin e Vucinic hanno dato il loro consenso, anzi hanno spinto perchè il passaggio andasse a buon fine"

Lei vinse ancora tanto in bianconero nonostate l'approdo a 33 anni...
"E' vero. Nonostante non volessi lasciare l'Inter a Torino ho trascorso comunque tre anni splendidi nei quali ho vinto due scudetti, una Coppa Uefa e una Coppa Italia. Ho avuto modo di conoscere una grande società che mi ha ripagato della delusione per la cessione".

Tornando invece all'operazione di oggi, chi si avvantaggia tra le due società?
"Io non la farei perché a guadagnarci è senza dubbio la Juve. Vucinic sarà stato anche un grande giocatore ma l'Inter non ha bisogno di una seconda punta. Ci sono già Palacio, Milito che ha recuperato, Alvarez e Kovacic, mentre dall'altra parte Guarin può diventare un rinforzo importante a centrocampo, soprattutto se a fine stagione Pogba dovesse lasciare la Juventus. Davvero non riesco a capire l'Inter, viste le grandi qualità del colombiano".

Qual è il giudizio su questa prima fase di reggenza Thohir?
"Mi risulta che alcuni suoi uomini siano ancora nella sede nerazzurra per controllare tutti i conti e vederci più chiaro. Non è facile un passaggio di società dopo 20 anni trascorsi con un'altra proprietà. Indubbiamente c'è un vuoto di potere in questo momento, ma credo che una volta effettuati tutti i controlli contabili Thohir interverrà sicuramente anche sul mercato, non so però se già in questo campionato. E' indispensabile avere un po' di pazienza".

Ma l'Inter rischia anche quest'anno di rimanere fuori dall'Europa?
"La classifica parla chiaro e i valori delle squadre sono questi. Sicuramente l'Inter è stata penalizzata da errori arbitrali clamorosi. Se nel girone di ritorno non succedono più e danno quello che ci spetta, penso non ci siano problemi per tornare in Europa".