Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Catania, Pulvirenti: "Prenderemo Calaiò. Lodi vuole restare"

Catania, Pulvirenti: "Prenderemo Calaiò. Lodi vuole restare"TUTTO mercato WEB
© foto di Andrea Ninni/Image Sport
venerdì 27 giugno 2014, 12:542014
di Pietro Lazzerini

Il presidente del Catania Antonino Pulvirenti è intervenuto davanti ai media nel corso della presentazione della campagna abbonamenti della squadra etnea. Ecco le parole del numero uno siciliano raccolte da Itasportpress.it: "Stiamo lavorando per allestire una squadra competitiva ma anche una struttura vincente. Stiamo valutando giocatori importanti ma esperti della categoria. Molti dei vecchi hanno espresso di rimanere a Catania. Dopo Martinho e Chrapek faremo altri colpi. Calaiò? E' un nostro obiettivo e il ragazzo è felice di venire. Penso che lo prenderemo. Molti giocatori rimarranno fuori dalla squadra a prescindere se avranno dubbi di rimanere. Lodi? Vuole rimanere a Catania e la sua voglia di riscatto ci fa piacere. Rinaudo? Vuole restare qui ma c'è da trovare una intesa con lo Sporting Lisbona. Frison resta? Si lo vogliamo tenere ma se ha voglia. Castro? Rimane con noi.

Cessioni Barrientos e Bergessio? Non è sicuro ancora che andranno via ma possono trovare una collocazione diversa. Abbiamo avuto richieste importanti da due club di A e una russa per Leto ma non vendiamo a tutti i costi. Facciamo valutazioni tecniche in chiave mercato in entrata e in uscita. Rosina? Potrebbe fare a caso del Catania ma dobbiamo parlare col Siena e trovare una intesa. Peruzzi? Per me resta a Catania. La valutazione che diamo noi è diversa da quella che danno gli altri. Pellegrino? Mai considerato un traghettatore. Volevamo salvarci e lui ha dimostrato personalità e credo tattico dandoci la possibilità di chiudere un campionato dignitoso. Farà bene in Serie B ed avrà il supporto del professore Ventrone. Maran? Errore più grande che ho fatto è di richiamarlo perché aveva interrotto un filo con giocatori e società. De Canio non l'abbiamo potuto valutare bene perché ha gestito una squadra falcidiata da infortuni".