Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Disastro Italia: Costa Rica agli ottavi! Con l'Uruguay basterà il pari

Disastro Italia: Costa Rica agli ottavi! Con l'Uruguay basterà il pariTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 20 giugno 2014, 20:042014
di Antonio Gaito

L'Italia crolla all'Arena Pernambuco. Sconfitta che fa male quella degli azzurri contro la Costa Rica di Pinto che, con un pressing molto organizzato, una difesa a cinque concentrata nell'uno contro uno e sul fuorigioco, difende fino alla fine il gol di Ruiz. Sarebbe cambiato poco col pareggio (se non per il primo posto, ma la Costa Rica affronterà l'Inghilterra già fuori) perchè con l'Uruguay basterebbe il pareggio in virtù della migliore differenza reti. Resta l'amarezza, però, per due clamorose occasioni di Balotelli nelle uniche circostanze in cui la difesa avversaria aveva sbagliato i tempi dell'offside.

IL PROTAGONISTA - Ottima prova di squadra, ma la vetrina è tutta per Bryan Ruiz, il capitano della nazionale di Pinto. Ottima la prova del classe '85 del Fulham, ma nell'ultima stagione al Psv: sigla il gol che decide la gara, poi si abbassa aiutando i suoi con qualità ed esperienza nel gestire il pallone.

LA MOSSA VINCENTE - Da premiare senza dubbio la furia agonistica della Costa Rica che si tramuta in una pressione continua e ben organizzata. Grande applicazione per i cinque difensori in linea, sia nell'uno contro uno che nel fuorigioco, con la protezione dei due centrali che hanno fatto grande pressing mandando in confusione Pirlo e compagni.

POTEVA FAR MEGLIO - Impossibile indicare un solo giocatore, quando a tratti l'Italia subisce addirittura gli olè dell'Arena Pernambuco sul possesso della Costa Rica. Tanti, troppi errori in difesa - male soprattutto Chiellini - e centrocampo in confusione sulla furia agonistica avversaria. Inesistente la reazione nella ripresa con Cassano, Insigne e Cerci che non riescono a cambiare la gara e mezza squadra alle corde fisicamente.